ASCOLI PICENO – Nonostante non abbiano creato tante occasioni, Ternana ed Ascoli​ danno vita ad una gara sentita e combattuta. Sono ben nove, infatti, i cartellini gialli estratti da Pasqua. Bianconeri meglio nella ripresa, più vivi nel gioco e desiderosi di pareggiare prima, quindi di vincere dopo. Non bene nei primi 45′, con Fossati, Feczesin e Loviso fuori dal gioco.  Queste le pagelle di PicenoOggi.it dei protagonisti bianconeri al ‘Liberati’ di Terni.

GUARNA 6,5: Non subisce molto, ma è decisivo nella ripresa salvando un paio di volte su colpi di testa ravvicinati dei neroverdi.

RICCI 5,5: Ammonito come tutti i difensori, non è nelle giornate migliori.

PECCARISI 6: Dei tre si salva solo lui, anche se pure lui è impreciso, specie sui rinvii.

FAISCA 5,5: Come Ricci. Chiude bene un contropiede nel primo tempo, ma poi spreca diversi palloni scegliendo male il tempo dell’intervento.

SCALISE 6,5: Come la squadra va meglio nella ripresa, anche se la sua spinta sulla destra e i suoi cross ci sono dall’inizio alla fine. Propizia l’autogol del 2-1.

LOVISO 5,5: Ha tecnica e mentalità per impostare e dettare i ritmi. Ma non lo fa quasi mai e spesso scopre il centrocampo lasciando spazi ai neroverdi. E’ suo, però, l’assist per il pareggio.

MOROSINI 6,5: Viene in mente che si sia riposato nei giorni scorsi per preparare questa gara: sul piano tecnico sbaglia alcune cose, ma nella corsa e nella posizione ha un’altro passo rispetto a compagni e avversari (CAPECE SV).

Dovrebbe fare da raccordo tra i due reparti, ma poche volte dimostra di avere il cambio di passo necessario. Tutta via corre molto e gestisce buoni palloni nel finale.

PASQUALINI 6: Senza infamia né lode aiutala difesa come può. Pochi i palloni giocati in fase d’attacco.

ZAZA 7,5: Il più vivo, il più pericoloso e pimpante dei bianconeri. Non a caso sono infiniti i lanci e gli appoggi per lui. Colpisce un legno e segna il pareggio con movimenti da grande bomber (DI DONATO SV: entra per far legna).

FECZESIN 6: Prestazione double face: impalpabile nel primo tempo, prezioso nella ripresa, sia nella furba spinta per l’autogol del 2-1, sia nel proteggere palla nell’ultima fase di gara.

SILVA 6: Fortunato e deciso. Deciso nel puntare sempre sugli stessi uomini, fortunato perché gli episodi sono tutti a favore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 501 volte, 1 oggi)