ASCOLI PICENO – Conti di fine anno anche per Piceno Promozione, la “costola” della Camera di Commercio di Ascoli Piceno nata per l’internazionalizzazione del tessuto produttivo locale. Per un bilancio ricco di concretezza, fatti, accordi stipulati: il 2012 di Piceno Promozione è stato un anno di “semina e raccolto” che si è aperto a gennaio con la visita della delegazione russa di Ekaterinburg e la firma di importanti protocolli e si è chiuso con la partecipazione alla missione guidata dalla Regione Marche in Tunisia.

In entrambi i casi, sono state gettate le basi per un proficuo sviluppo dei rapporti bilaterali con le aziende del Piceno attraverso l’istituzione di “Casa Italia” Russia e “Casa Italia” Tunisi, showroom permanenti multisettoriali, la condivisione di un percorso aggregativo tra Pmi al fine del raggiungimento di un obiettivo comune, che razionalizza le risorse economiche e favorisce l’interscambio di esperienze al fine di affrontare e vincere la sfida dell’internazionalizzazione.

“Questi business hub – ha commentato il presidente di Piceno Promozione Gino Sabatini – sono rivolti a Pmi e micromprese italiane che singolarmente non dispongono delle risorse economiche necessarie per aprire un ufficio di rappresentanza o una stabile organizzazione commerciale, ma anche alle Pmi e microimprese tunisine e russe che vogliono avere dei contatti diretti e quotidiani con imprese italiane ed alle Istituzioni che hanno interesse a facilitare ed intensificare i rapporti commerciali tra i Paesi”.

Durante il corso dell’anno, Piceno Promozione si è mossa sul territorio e per lo sviluppo del territorio Piceno favorendo, dopo un lungo periodo di lavori partiti in seguito alla lungimirante proposta della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, nell’ambito del progetto sulle Energie, con uno studio realizzato dalla Partner Srl, la nascita del Distretto delle Energie del Piceno.

Decisiva è stata anche l’azione per costruire, attraverso incontri ed il seminario “Reti d’impresa: per crescere, creare valore, competere meglio sui mercati” (promosso da Confindustria Ascoli Piceno in collaborazione con Piceno Promozione) la cultura dell’aggregazione e del lavoro in sinergia, soprattutto nell’ottica dell’internazionalizzazione.

Considerando strategica la partecipazione ad alcune fiere di settore, Piceno Promozione a maggio ha contribuito alla presenza di numerose aziende agroalimentari picene alla kermesse parigina del Denim by Premiere Vision, per poi tornare nella capitale francese ad ottobre al “Salon du mariage et du pacs”, focalizzato sul mercato delle cerimonie e dell’indotto.

A settembre si è costituito l’Osservatorio del mare sambenedettese, voluto proprio da Piceno Promozione con il fine di attivare una piattaforma stabile di confronto e di rilevazione delle istanze che il comparto ittico-nautico locale esprime sia a livello strutturale sia operativo. L’iniziativa si è inserita con successo in un percorso già avviato dalla Regione Marche e dalle autorità di livello regionale, denominato “Verso la Blue Economy – un’opportunità di sviluppo per il territorio marchigiano” e prevede un tutoraggio d’eccellenza rappresentato da tre esperti nominati dall’Università Politecnica delle Marche e dall’Università degli Studi di Camerino, che hanno preso parte attiva alla costituzione dell’Osservatorio.

Una delegazione di Piceno Promozione, composta dal Presidente Gino Sabatini e dai consiglieri Elena Capriotti e Ivo Guaiani, insieme ad Unioncamere in rappresentanza della Regione Marche ha partecipato, ad ottobre, alla ventunesima Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero,organizzata dalla Camera di Commercio di Perugia,Unioncamere e Assocamerestero ed ha effettuato una nuova missione in Tunisia, in cui i contatti stabiliti nei mesi precedenti sono stati intensificati anche attraverso la consegna, al Sindaco del Comune di Kebili Zaghdoud Chokri ed al Presidente delle Camere di Commercio del Governatorato, di eccellenze tipiche del Piceno: le autorità locali, in tale occasione, hanno confermato la veridicità delle loro intenzioni di affidare ad aziende picene dei lavori di costruzione e gestione di un centro commerciale e del parco acquatico ed hanno insistito per il sostegno alla realizzazione in loco di una fabbrica di scarpe.

Poi, Piceno Promozione ha organizzato insieme alla Camera di Commercio, al Comune di Ascoli Piceno, alla Fondazione della Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, Cia, Confagricoltura di Ascoli-Fermo, Copagri e alla Condotta Slow Food del Piceno, la nona edizione di Tenera Ascoli, viaggio tra storia e gusto, un percorso che ha alternato convegni, tavole rotonde, degustazioni e laboratori che mettono al centro l’oliva tenera ascolana, vera eccellenza gastronomica del Piceno e protagonista indiscussa della raccolta della produzione olivicola locale nel 2012.

“A novembre abbiamo organizzato anche il workshop sulla Domotica – ha spiegato Gino Sabatini – che è stato l’atto conclusivo di un percorso in cui le aziende sono state coinvolte, con il contributo fattivo delle varie Associazioni di categoria come Cna, Confindustria, Compagnia delle Opere, Confartigianato, Lega Coop. Piceno Promozione, in collaborazione con il Parco Scientifico e Tecnologico TecnoMarche e che ha sensibilizzato gli utenti sull’importanza della costituzione di filiere di settore, oggi molto più competitive delle singole aziende: è, questo, un messaggio di aggregazione e non di divisione, perché la domotica è nel nostro futuro, sia che si tratti di imprese impiantistiche sia che si parli di aziende che vogliono internazionalizzarsi grazie a questo settore innovativo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 219 volte, 1 oggi)