ASCOLI PICENO – Dodici ore di intervento e più di 20 uomini dei Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno. Queste le dimensioni di un delicato e complesso intervento per riuscire a sedare un incendio di vaste proporzioni, avvenuto all’interno del capannone di proprietà della Dockers, azienda attiva nello stoccaggio di alimenti congelati, con sede a Monteprandone, ma con una filiale nella zona industriale di Campolungo, di fronte all’opificio della Borgioni Imballaggi.

Le fiamme sono divampate alle 12:20 della notte scorsa e l’allarme è stato dato da una delle pattuglie della Vigilanza che normalmente perlustrano la zona di notte. Non si conoscono ancora le cause che hanno provocato l’innesco, ma le ultime notizie parlano di danni ingenti allo stabilimento, con attrezzature, celle frigorifere ed alimenti stoccati in bancali, andati completamente distrutti dalle fiamme. Lo stabilimento non ha subito danni strutturali, anche se le fiamme hanno divorato parte della copertura . Polizia e Carabinieri hanno subito raggiunto il luogo del disastro per mettere in sicurezza l’intera zona.

“Un danno incalcolabile”, secondo uno dei collaboratori della ditta, presente durante le operazioni di intervento. “Considerato che ogni bancale conteneva circa 15 mila euro di merce stoccata, e ne sono andati in fumo diverse centinaia, si può solo immaginare l’entità del danno economico. Oltre alle celle frigorifere e ad altre attrezzature, andate completamente distrutte”.

Un intervento cominciato alle 12:20 della notte scorsa e terminato stamattina, poco dopo le 13:00. Nel pomeriggio ci sarà un secondo sopralluogo da parte dei Vigili del Fuoco, finalizzato a scongiurare un ritorno di fiamma derivante da eventuali focolai nascosti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.824 volte, 1 oggi)