ASCOLI PICENO – Lamentele da parte dei professionisti – ingegneri, architetti – che hanno partecipato al bando di selezione di Palazzo Sgariglia, per il progetto di housing sociale (affitti e vendita di immobili a prezzi calmierati) dell’immobile del centro storico?

Chiedete agli Ordini Professionali”, ha detto Luciano Agostini, deputato del Partito Democratico: “Noi abbiamo ricevuto molte lamentele per come viene gestito il bando”.

Gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri sono stati contattati prima che il bando venisse diffuso pubblicamente, per ricevere delle osservazioni; e sicuramente alcune sono state recepite. Si è però in un ambito un po’ particolare: il bando è stato gestito dalla società Investire Immobiliare Sgr di Roma, quindi da un soggetto privato che avrebbe potuto esercitare una scelta di tipo privatistico, anziché rivolgere un invito pubblico.

Nonostante ciò, non manca tra gli iscritti agli Ordini chi si sia lamentato per la gestione del bando, poiché ad esempio non vi era una assegnazione dei punteggi chiari nei vari punti: la scelta resta quindi ampiamente discrezionale (e pur sempre legittima).

Chiamati in causa dalla conferenza stampa di Agostini, è probabile che nel pomeriggio i presidenti degli Ordini, Valeriano Vallesi per quanto riguarda gli Architetti e Pasquale Ubaldi per gli Ingegneri, inviino una nota stampa congiunta per chiarire la loro posizione al riguardo della vicenda.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 448 volte, 1 oggi)