ASCOLI PICENO – Non abbiamo ricevuto il comunicato stampa che avevamo preannunciato in relazione alla posizione dell’Ordine degli Architetti e dell’Ordine degli Ingegneri. Ne avevamo parlato con Valeriano Vallesi, presidente dell’Ordine degli Architetti. In assenza della nota, senza ovviamente polemica ma per necessità di cronaca, Vallesi ci aveva detto “che alcuni colleghi si erano un po’ lamentati, avevamo fatto alcune osservazioni alcune delle quali recepite”.

Vallesi ha aggiunto che il bando “è stato gestito da una società privata, che avrebbe potuto operare legittimamente una scelta discrezionale, per cui alcune questioni sono state affrontate da noi con minore puntigliosità rispetto ad un bando pubblico”. “Tuttavia, data la richiesta inviata a tutti i professionisti locali, l’ampia discrezionalità del bando è stata fonte, per qualcuno, di un certo malessere” ha concluso Vallesi.

Sempre nella giornata di martedì mattina avevamo ascoltato anche una impiegata dell’Ordine degli Ingegneri, Mariangela Di Fabio: “So che al momento della presentazione del bando sono state presentate diverse osservazioni che sono state recepite”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 326 volte, 1 oggi)