SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Cosa fa il Comune per la prevenzione in caso di copiose nevicate? Niente”: Valentina Bellini, consigliere comunale del Partito Democratico, critica l’amministrazione Castelli in occasione della nevicata (seppur lieve) che ha interessato tutto il Piceno nella giornata di venerdì 18 gennaio.

“L’anno scorso, durante l’eccezionale nevicata, emerse che il Comune di Ascoli non era dotato di nessun piano di prevenzione, arrivando del tutto impreparato all’emergenza, che fu poi affrontata anche grazie al senso di responsabilità e di partecipazione dei cittadini – scrive – La cultura della prevenzione è alla base di una comunità civile; in questo caso con 4/5 mila euro (molto, molto meno di quanto si spende per la propaganda) si potevano contrarre convenzioni con ditte di ruspe e di spazzaneve per sopperire al servizio comunale adibito che, seppure discreto, è del tutto insufficiente per personale e macchine ad affrontare una nevicata un po’ più imponente del normale”.

“Questo intervento preventivo non è stato fatto, come comunicatomi dai tecnici preposti; chiedemmo in sede di variazioni di bilancio se era stata inserita una cifra con tale finalità, non ci è stato neppure risposto. Ma, si sa, i soldi spesi per prevenire un’eventuale emergenza non pagano in senso elettorale” continua l’esponente dell’opposizione.

“Speriamo di non dover dire “nevica, governo ladro”, ma non possiamo comunque accontentarci di un’Amministrazione che si limita ad incrociare le dita di fronte ad i problemi per poter spendere i nostri soldi per la propria” è l’ironica conclusione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 688 volte, 1 oggi)