ASCOLI PICENO – L’assessore regionale ai Trasporti, Luigi Viventi, risponde in merito alle dichiarazioni apparse sulla stampa del sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli, circa il trasporto pubblico locale regionale: “Ricordo – spiega Viventi – che gli effetti devastanti su questo settore si sono avuti con il governo Berlusconi, che ha applicato tagli continui e costanti, fino ad arrivare, per il servizio ferroviario, ad esempio, alla previsione di soli 400 milioni rispetto ai due miliardi necessari, come sicuramente Castelli saprà, essendo stato responsabile Anci sulla finanza locale.

“La Regione Marche in questo senso ha fatto miracoli, sia sui tavoli nazionali con l’esecutivo, sia con l’impiego di risorse proprie. Alla fine il taglio sul ferro è stato limitato al 3% e quello sulla gomma al 4% e, quindi, a un mero impegno di razionalizzazione rispetto alla produzione del 2012.

“A questo punto i sindaci sono chiamati a fare il loro mestiere per la gestione dei servizi nell’interesse dei cittadini. Credo che innescare polemiche sulle colpe in situazioni di evidente e generalizzata difficoltà per il territorio non sia la soluzione ai problemi, che invece richiedono l’impegno di tutti. Impegno che la Regione continuerà a garantire su questo settore delicato e strategico, come ha fatto fino a oggi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 169 volte, 1 oggi)