ASCOLI PICENO – “Un progetto innovativo che mi ha subito attratto” spiega Pier Mario Maravalli di PicenoEventi, in merito all’iniziativa “Ascoli Piceno Oltre l’Orizzonte“: si tratta di una idea nata dalla collaborazione della cooperativa sociale SoliMai e della Fondazione Carisap e con il contributo organizzativo di PicenoEventi, che ha l’obiettivo di coinvolgere il pubblico su tematiche di tipo religioso e prettamente cattolico attraverso una serie di spettacoli, incontri, mostre e concorsi scolastici.

“Tre, in particolare, saranno le figure di riferimento” spiega Egidio Gioia della cooperativa SoliMai, “ovvero padre Massimiliano Kolbe, San Giuseppe Moscati e Benedetta Bianchi Porro, tre personalità che hanno vissuto la propria fede in maniera forte e radicale”.

Ricca la serie di iniziative che si svilupperanno nei mesi di marzo e aprile, tutti ad ingresso gratuito: si inizia venerdì 1° marzo alle ore 21, al teatro Ventidio Basso, con “Storia di un padre e due figli” di Elena Bono e regia di Claudia Koll. e

Il giorno successivo, 2 marzo a Palazzo dei Capitani, alle ore 16, si svolgerà il convegno “Santi e testimoni” con inaugurazione della mostra dedicata a Benedetta Bianchi Porro, San Giuseppe Moscati e Massimiliano Kolbe, mentre alle ore 17.30 presso il Cinema Piceno verrà proiettato il film “Isabella De Rosis – Vita di Amore”, interpretato da Claudia Koll.

Il 16 marzo si torna al Ventidio Basso con “Giuseppe Moscati – Oltre la Scienza” della compagnia teatrale “Quelli su ai frati”, con regia di Maria Antonietta Carosi.

Spazio alla musica con gli “Eclettica” che si esibiranno sabato 6 aprile in “Meccaniche Divine”, come spiega Francesco Maria Narcisi, componente della band ascolana: “Riproporremo musiche di Franco Battiato di tipo un po’ più metafisico, nel solco comunque della tradizione di musica indipendente italiana, quella che si confà più a noi”.

Ancora teatro il 13 aprile: al Ventidio Basso alle ore 21 “Benedetta: oltre il silenzio”, sempre della compagnia “Quelli su ai frati” e regia della Carosi. Gran finale quindi il 19 aprile sempre al Ventidio con “Kolbe, fare della propria vita un dono”, con la regia e la partecipazione di Claudia Koll.

Oltre a queste iniziative si è svolto un concorso scolastico che coinvolge scuole non solo di Ascoli ma anche dell’hinterland: i lavori potranno essere consegnati a mano o inviati alla segreteria organizzativa entro l’8 febbraio prossimo e la premiazione avverrà il 13 aprile 2013 presso il Teatro Ventidio Basso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 671 volte, 1 oggi)