ASCOLI PICENO – Il 27 gennaio del 1945 l’Armata Rossa abbatteva i cancelli di Auschwitz, la città polacca in cui i nazisti allestirono il noto campo di concentramento. Quel giorno è diventato poi per molte nazioni, tra cui l’Italia, il simbolo del ricordo dello sterminio e della persecuzione subita dal popolo ebraico durante il secondo conflitto mondiale. Il comune di Ascoli, insieme alla Prefettura, la Provincia, l’A.N.P.I. e il Miur, patrocina una tre giorni dedicata al ricordo dell’Olocausto, organizzando una serie di interessanti eventi culturali.

Le celebrazioni inizieranno sabato prossimo, 26 gennaio, quando alle ore 17 sarà inaugurata nella Sala Cola Dell’Amatrice la mostra kolbiana “L’odio non è forza creativa: solo l’Amore crea” e proseguiranno alle ore 18:30 all’istituto musicale Gaspare Sponti, dove avrà luogo un concerto commemorativo.

Una preghiera congiunta ebraico-cristiana invece aprirà le commemorazioni del 27 alle ore 15:30 nella zona ebraica del cimitero di Borgo Solestà. Nel tardo pomeriggio il Caffè Meletti ospiterà un tè yddish e, dalle ore 20, una degustazione guidata di cibo kosher su prenotazione (per informazioni: 0736 298215), ghiotta occasione per conoscere una cultura diversa. Anche il cinema offrirà l’occasione per ricordare, infatti alle ore 21:30 è prevista al Centro L’Impronta di piazza Bonfine la proiezione de “La chiave di Sara”, film di Gilles Paquet-Brenner e con Kristin Scott Thomas.

La giornata di chiusura, lunedì 28 gennaio, sarà dedicata a Raoul Wallenberg, diplomatico e filantropo svedese, sul quale si terrà una conferenza alle ore 10 nella Sala della Ragione del Palazzo dei Capitani. Parleranno dell’attività svolta da Wallenberg in aiuto degli ebrei di Ungheria e dei Giusti in Europa e Italia Domenico Vecchioni, Ambasciatore e biografo di Wallenberg, Erika Ferrer, Ministro Consigliere dell’Ambasciatore svedese in Italia e Andrea di Stefano, storico e ricercatore Isml. Prima degli interventi alcuni cittadini italiani deportati ed internati nei lager nazisti saranno insigniti della Medaglio d’Onore dal Prefetto.

 

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 276 volte, 1 oggi)