ASCOLI PICENO – Dialetto che passione. Torna dopo la pausa natalizia la rassegna di Commedie teatrali Ascolinscena del teatro PalaFolli di Ascoli Piceno. A salire sul palco ascolano la Compagnia Filodrammatica Dialettale Firmum con la spettacolo “Achille Ciabotto medico condotto” della famosa coppia di autori Mario Amendola e Bruno Corbucci.

Nata nel lontano 1970, con la rappresentazione della commedia “Sacciomuto” di Leone Bernardi  al teatro dell’Aquila di Fermo, la compagnia Firmum negli anni ha prodotto e rappresentato nei teatri più importanti della regione commedie di famosi autori. Svariate compartecipazioni negli anni con “La Rocca” di Porto San Giorgio e “Montegiorgio Cacionà”. Dal 1994 la Firmum è presente ogni anno a Roma nei teatri: delle Arti e Ghione per il tradizionale appuntamento con i marchigiani della capitale.

Oltre a vantare attori di indiscussa esperienza e fama, la compagnia ha ricevuto numerosi riconoscimenti: premi per migliore attore protagonista, premi come caratteristi, premi come miglior testo, regia e scenografia.

La storia è ambientata negli anni Sessanta. Il povero dottor Ciabotto costretto, suo malgrado, al celibato da una sorella repressa, è alle prese con vari personaggi, ognuno con problemi, fisse e frustrazioni. Dal maresciallo del paese con i calcoli renali, alla sposa non più giovane con paranoie sessuali ed un giovane strano marito; dalla suora del convento che si complica e gli complica la vita, alla giovane ragazza fuggita per amore dalla Svizzera…

Gags e situazioni al limite dell’incredibile e battute a raffica: questo è l’ambulatorio del medico condotto, un qualsiasi ambulatorio in un qualsiasi paese.

Ascolinscena” è realizzata dalle compagnie ascolane Castoretto Libero, DonAttori, Li Freciute e la Compagnia dei Folli e riunisce in un unico cartellone compagnie amatoriali provenienti da tutta Italia.

Ascolinscena 2012-2013 è resa possibile grazie alla collaborazione e al sostegno di alcune realtà locali come Fainplast srl, PicenoGas Vendita. Un piccolo contributo è stato ricevuto da Impresa Edile Giacobetti Maurizio e da Lucidi Arredamenti di Venarotta. La degustazione che segue lo spettacolo è a cura della Cantina di San Filippo di Offida.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 207 volte, 1 oggi)