ASCOLI PICENO – Matteo Legittimo e Lys Gomis. Sono questi i primi frutti del mercato di riparazione per l’Ascoli di mister Silva. Entrambi in prestito secco fino a giugno ed entrambi presentati nel primo pomeriggio al ‘Città di Ascoli’ (vedi fotogallery). Per l’ex granata quello di oggi è stato anche il primo allenamento con la squadra. Legittimo, infatti, è con i suoi nuovi compagni da martedì.

Lys Gomis, 23 anni, sengalese di nascita, ma naturalizzato italiano la scorsa estate, è stato scelto per rimpiazzare Guarna. Arriva in prestito secco, dopo l’esperienza come secondo di Gillet (al suo posto è andato Nando Coppola). La sua è stata una trattativa veloce, nata nel fine settimana scorso. “Conoscevo l’Ascoli avendolo visto in tv nelle partite di campionato – dice con accento piemontese – . In sabato in ritiro seguiamo la B e so che sta facendo molto bene. Mister Ventura mi ha incoraggiato molto in questo trasferimento. Lui per me è come un secondo padre. E’ stato lui a ‘promuovermi’ come secondo, credendo subito in me, quando io pensavo che non potessi aspirare che alla serie C. Lo scorso anno mi ha guardato negli occhi e mi ha detto: ‘Scegli: o fai il pr in discoteca o fai il giocatore‘. Con lui sono cresciuto molto e lo devo solo che ringraziare. Mi ha detto che con mister Silva posso crescere molto“. Dal carattere aperto e dal modo di fare carismatico, Gomis è in prestito secco, ma… “Diciamo che se l’Ascoli va in serie A sono ben felice di restare“. Sulla nuova avventura spiega: “E’ la prima esperienxza vera lontano da casa e la giudico come fondamentale per la mia vita: qui posso crescere e formarmi anche come uomo“. In famiglia anche il padre e due fratelli minori sono portieri: “Io ho preso la passione di mio padre, poi vedendo che avevo anche i piedi quadrati per stare più avanti mi sono deciso. Dio ha voluto che stessimo tutti col Torino (entrambi i suoi fratelli giocano nei granata)”. Sul fatto che è pronto per l’esordio di lunedì dice: “Io giocherei anche oggi! Senza aspettare lunedì“. Gomis avrà sulle spalle il numero 1.

Matteo Legittimo, invece, ha un carattere più mite, ma come il suo nuovo compagno sa ciò che vuole: “Appena ho saputo della possibilità di venire non ho esitato e ho accettato con grande voglia. E’ la mia prima esperienza in B e spero di dare il mio contributo“. La serie cadetta era l’obiettivo della sua ex squadra, ma lui non li ha …aspettati. “Dopo la partita con il San Marino ho avuto uno screzio col presidente e da lì si è rotto qualcosa. Conosco mister Silva e l’ho affrontato da avversario quando ero al Barletta e lui allenava il Brindisi“. Nato a Casarano, Legittimo ha subito portato fortuna ai bianconeri nel match di sabato a Bari: “Da leccese è stato ancora più bello tifare per la vittoria“. Sul ruolo in campo spiega: “Sono un esterno difensivo. Diciamo che nel 3-5-2 posso stare sia a centrocampo che come terzo in difesa. Le prime impressioni? Un bel gruppo col giusto mix di giovani bravi e meno giovani con una bella carriera alle spalle. Mi hanno subito messo a mio agio“. Infine, sulla sua immediata disponibilità: “Ho sempre giocato a Lecce (15 presenze per lui), tranne domenica per riposo del torneo, e sono pronto fisicamente“. Legittimo avrà il 14 come numero di maglia.

Il mercato bianconero prosegue. Anche se potrebbe essere chiuso qualsiasi discorso in entrata, c’è sempre tempo fino alle 19 di questa sera di portare a casa qualche altro colpo. Ceduto Reali in prestito alla Valle d’Aosta, stamattina è stato fatto un tentativo per Adrian Ricchiuti, ma l’acquisto pare sfumato del tutto per questioni legate all’ingaggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 588 volte, 1 oggi)