ASCOLI – Doveva essere la partita del balzo in classifica, ma l’Ascoli di Silva, come contro il Varese nell’ultima gara interna, si ferma sul più bello. Alla fine il pareggio è giusto, giunto in una gara di basso livello tecnico ma con molte occasioni da una parte e dall’altra. Tra i bianconeri svettano, da una parte, Maurantonio che conferma la grande prova di Bari compiendo anche questa sera diversi salvataggi, dall’altra Zaza, autentico uomo ovunque dell’attacco e capace di pareggiare il risultato con una zampata da bomber di razza. Male, invece, il centrocampo: Loviso, Capece e Russo hanno creato confusione e poca incisività nell’assistere gli avanti di Silva. Bene, invece, l’impatto di Colomba che, al contrario, è parso più vivo dei compagni. Queste le pagelle della gara di PicenoOggi.it.

MAURANTONIO 7: Almeno quattro interventi salva-risultato. Dalla deviazione su Volpe ad inizio gara all’uscita nella ripresa ad anticipare Falcinelli solo davanti alla porta. Nulla da fare sul gol.

PRESTIA 6: Non commette grosse imprecisioni e spreca poco anche in impostazione. Preferito a Faisca conferma i progressi degli ultimi mesi.

PECCARISI 6: E’ sua la deviazione sul tiro di Piccolo che spiazza Maurantonio, ma non poteva evitarla. Per il resto stoppa le avanzate ospiti con decisione, salvo un disimpegno pericoloso ad inizio ripresa.

RICCI 5,5: Pesa su di lui l’intervento fuori tempo che lancia il contropiede per il vantaggio dei rossoneri. Dalla sua parte il Lanciano sfonda.

SCALISE 6: Del pentacentrocapo è il più preciso, nonostante commetta anche lui errori, specie nei cross. E’ bravo a saltare l’uomo, meno nel tocco finale.

RUSSO 5,5: Si fa notare per la mobilità. Si inserisce spesso, ma anche per lui la precisione non è stata l’arma migliore stasera. Poteva segnare il 2-1, ma a pochi passi dalla porta non devia come poteva.

LOVISO 5: Non è il giocatore ammirato ad inizio stagione. Lanci sbagliati, palle portate via dagli avversari sotto i suoi occhi e difesa esposta a pericolosi contropiedi. Non la sua serata (DI DONATO sv)

CAPECE 5: Come Loviso, dovrebbe esaltarsi palla al piede, ma le idee di gioco non sono accompagnate dalla giusta precisione nei tocchi. Prova il tiro da fuori senza andare vicino alla porta (COLOMBA 6,5:Tutti lo davano per partente a gennaio, e invece stasera ha sfiorato il ruolo di ‘man of the match’: entra mostrando buona personalità e sfiorando il 2-1 a pochi minuti dalla fine).

PASQUALINI 5: Partecipa anche lui alla fiera dei passaggi sbagliati. Cross spesso da dimenticare, tranne uno nel secondo tempo dove Zaza sbaglia la deviazione. Poco sicuro di sè.

ZAZA 7,5: Fa tutto quel che può, dimostrando lucidità fino alla fine: appoggi di prima, tanto movimento e assist. Poi, si avventa su quella palla che tutti avrebbero lasciato inermi alla difesa, inventandosi il 14mo gol stagionale.

SONCIN 6,5: Fa molto lavoro come Zaza, sia per far salire i suoi, sia nel duettare col compagno di reparto aprendo spazi. Casadei gli nega il gol sulla sua schiacciata di testa (FECZESIN SV).

SILVA 6: Schiera il meglio che c’è. E siamo sicuri, avrà rimpianto la tecnica di Morosini e Fossati. Bravo a credere su Colomba.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 590 volte, 1 oggi)