ASCOLI PICENO – Si è conclusa a Montpellier (Francia) lo scorso 30  gennaio , la ventesima edizione della più importante fiera del vino biologico in Europa “Millesime BIO 2013”.  La manifestazione  nata in sordina  20 anni fa  per il volere di alcuni “vignerons” bio della Languedoc- Roussillon ed aperta esclusivamente agli operatori professionisti,  ha conosciuto negli ultimi anni una crescita esponenziale delle cantine partecipanti  (arrivate a circa 700 ) , a testimonianza dell’estremo interesse del mercato internazionale per produzioni vinicole biologiche.  In questo ambito, le Marche hanno visto l’ apprezzata partecipazione di  ben quattro cantine biologiche che,  già note per la loro autonoma intraprendenza in ambito internazionale  e per i riconoscimenti sin qui ricevuti per la loro produzione di qualità, hanno sfidato insieme l’esigente pubblico di oltre frontiera.

L’azienda Aurora di Offida, l’azienda Fiorano  di Cossignano, le aziende Marca di San Michele   e  La Distesa di Cupramontana (Ancona) , hanno avuto un grande successo con le degustazioni dei loro vini DOC e DOCG (Doc Offida e  Verdicchio, in primis) , esportando con onore  la conoscenza  del “terroir” Marche anche in un ambiente molto competitivo e difficile come la Francia.  L’apprezzamento internazionale  della qualità dei vini bio marchigiani è inoltre testimoniato dal premio  “Medaille d’argent” del Concorso Millesime BIO ottenuto dall’azienda Fiorano per  il suo Rosso Piceno Superiore “Terre di Giobbe” 2009.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 314 volte, 1 oggi)