ASCOLI PICENO – PicenoOggi.it seguirà in tempo reale il Consiglio Comunale di Ascoli, che avrà inizio (prima convocazione) alle ore 15 del 14 febbraio.


ore 17.30 CONVENZIONE ATA L. R. N. 24/2009 – dgr n. 801 del 4/6/2012 e n. 888 del 18/6/2012. Approvazione schema di convenzione per l’esercizio unitario delle funzioni amministrative in materia di organizzazione dei servizi di gestione integrata dei rifiuti urbani da parte dell’assemblea territoriale d’ambito (ATA) dell’ambito territoriale ottimale ATO 5 – Ascoli Piceno. Relatore: Sindaco Guido Castelli
CASTELLI La convenzione è a contenuto vincolato, approvata dalla giunta regionale, quindi siamo di fronte ad una struttura giuridica che siamo tenuti ad approvare nella forma analoga e identica rispetto quella regionale pena la nomina del commissario ad actum.

C’è quindi la soppressione dei consorzi obbligatori istituiti nel 2009, l’ATA è un ente di diritto pubblico è composta da tutti i sindaci che ricadono nell’area ed è presieduto dal Presidente della Provincia.

Si tratta di un settore strategico, elemento importante è l’affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti, comprendente la raccolta differenziata e lo smaltimento di tutti i rifiuti.

Non tutti hanno accettato di buon grado questa delibera, ad esempio il consiglio comunale di Fermo ha definito di non aderire. Noi nella delibera abbiamo anche dato conto dell’alienazione del 40% di Ascoli Servizi Comunali, che fino ad ora ha gestito in house i servizi sui rifiuti. Il consiglio comunale aveva autorizzato la giunta a privatizzare quella quota nel maggio 2011, perché era obbligatoria sulla base della normativa nazionale, ma poi nel 2012 una sentenza della Corte Costituzionale stabiliva che quella norma fosse anticostituzionale.

Sono entrati in Ascoli Servizi Comunali degli imprenditori locali, con la società Ecoinnova. Nella stragrande maggioranza dei casi l’inserimento del capitale privato nelle multiutilities segna l’ingresso dei colossi, nel nostro caso siamo riusciti a mantenere il capitale locale.

REGNICOLI Nel 2011 chiedemmo più volte di affrontare questo tema e non si è mai fatto, nonostante Ascoli Servizi Comunali stesse lavorando a degli investimenti importanti. Quando leggo gli scopi e le funzioni sono anche perplesso che oggi la società mista venga salvaguardata rispetto alle sue funzioni, ma dalla convenzione che leggo non trovo assolutamente alcunché che tuteli Ascoli Servizi Comunali.

Io mi auguro che i comuni decidano che il sito acquistato da Asc, 17 ettari, sia alla fine quello dove tutti i comuni della provincia decidono di conferire i rifiuti, altrimenti avremo grandi problemi economico.

Dibattito con il consigliere Falciani e l’assessore Tega: “Lo so che ne avete parlato in consiglio comunale, ma voi avete votato a favore e io ho votato contro, io non ho proposte su questo tema perché le scelte sono state vostre, qui rischiamo di andare a sbattere contro un muro”.

LATTANZI Avere come partner privato Ecoinnova è un risultato eccellente, perché abbiamo aziende del territorio e non estranei, e con le difficoltà di accesso al credito avere un gruppo che acquista il 40% con 3,8 milioni di euro di investimento, è una cosa buona.

CORRADETTI L’atto è dovuto e arriva dopo molto tempo, ci è stato detto che l’individuazione del socio privato fosse un obbligo di legge. Poi la norma è stata abrogata a seguito del voto del referendum 2012, e poi abbiamo assistito a diversi rinvii, e la maggioranza ha detto più volte che la strada maestra non era di privatizzare ma di mantenere Asc in mano pubblica.

Quindi nessun obbligo, ma poi si è privatizzato.

Tra le altre cose vediamo che Piceno Gas, società al 100% comunale, ha partecipato all’acquisto delle quote di Ecoinnova, il che può essere anche capito, ma poi rischia di creare un grave problema di conflitto di interesse. Una società del Comune acquista quote di una società privata che a sua volta acquista quote di una società pubblica… Siccome sono entrati 3,8 milioni di euro, c’è da garantire che questa somma non venga dilapidata.

CASTELLI Nella delibera vi è un riferimento ad un principio di salvaguardia delle gestioni in essere, ovvero mantenere l’operatività di quei rapporti giuridici che hanno efficacia e sono conformi con i modelli di gestione validi a livello europeo. La sentenza della Corte Costituzionale ha cassato l’articolo 4 della legge nazionale e ha introdotto un elemento di incertezza, perchè sui servizi pubblici locali si scontrano modelli culturali e politici molto diversi. Tra fronte liberista che ha sempre teorizzato l’apertura del mercato senza sconti rispetto al “socialismo municipale”, questa è stata la battaglia estrema di Confindustria durante la Marcegaglia.

Quando il consiglio comunale formulò l’indirizzo per la privatizzazione del 40% fu imposto da una normativa che fu dichiarata incostituzionale ma dicemmo che in ogni caso non occorreva creare situazioni di incertezza in caso di cambiamento della legge. Quante volte ci veniva contestato, non ad Ascoli ma ad esempio a San Benedetto con la Picenambiente, questa questione? Qui abbiamo fatto un piano economico finanziario di assoluta tutela degli interessi pubblici con marginalità privata contenuta, perché riteniamo che il patrimonio pubblico vada tutelato. Ascoli Servizi Comunali ad esempio non ha previsto che l’amministratore delegato sia in capo ad un privato.

Questo non significa che non debbano essere in competizione. Anche Piceno Gas Vendita, certo, ha cooperato ma sempre nell’assunto che il capitale debba essere considerato aperto, quindi auspico che quelle quote vengano subito acquistate, io sono per una sorta di azionariato popolare, per fare in modo moderno attività imprenditoriale.

Le garanzie ce le stiamo costruendo noi, spero anche di avere appoggio dell’assessore Canzian, dei consiglieri regionali che sono in questo consiglio.

CASTELLI sull’Ata noi abbiamo 21 quote, San Benedetto 17, la Provincia 5. Credo che sia l’Ata che riconosca la salvaguardia.

Piceno Gas entra su Ecoinnova con il 10% delle quote: è una società commerciale, a mio avviso è anche bello che partecipi e salvaguardi il patrimonio cittadino.

Rispondendo a PESARINI, Castelli afferma: non c’è una relazione diretta tra Comune e Piceno Gas, è una società partecipata di terzo livello.

La cosa importante è che sia un processo di collaborazione limpida e trasparente, speriamo che vada tutto bene e se riusciamo a garantire a questa città il mantenimento di condizioni di bilancio e di servizi adeguato. Ascoli Servizi Comunali garantisce un flusso finanziario a beneficio della città.

SILVESTRI: Il geometra Marini ha realizzato un preventivo di spesa che ha effettuato un sopralluogo assieme a me e all’ingegnere Welton. Ci saranno interventi sul manto stradale e sul guard rail, anche perché c’è stato un interessamento del sindaco.

LATTANZI Avere come partner privato Ecoinnova è un risultato eccellente, perché abbiamo aziende del territorio e non estranei, e con le difficoltà di accesso al credito avere un gruppo che acquista il 40% con 3,8 milioni di euro di investimento, è una cosa buona.
CORRADETTI L’atto è dovuto e arriva dopo molto tempo, ci è stato detto che l’individuazione del socio privato fosse un obbligo di legge.

REGNICOLI L’ALVEARE Il sindaco è stato molto chiaro. Siamo contenti che sono entrati capitali locali, ma se parliamo di Ata un po’ di preoccupazioni ci sono. Leggendo i verbali di gara rispetto ad alcuni passaggi mi sono rimasti punti interrogativi. Ad esempio sul piano di emergenza la commissione ha dato punteggio zero, anche sulla bollettazione al pubblico delle tariffe, zero, sul miglioramento della gestione sono stati assegnati zero punti, e così sul miglioramento dello smaltimento.
Io capisco gli sforzi dei privati e la necessità di far entrare anche Piceno Gas, ma non so a questo punto se i privati riusciranno a rendere efficienti Ascoli Servizi Comunali, come ad esempio la nuova tariffa della Tares.
Vorrei capire anche da dove provengono i 5 milioni di euro dei debiti
TEGA spiega che si tratta di due mutui, ma REGNICOLI continua: allora perché sono indicati mutui in altre voci, mentre in questo caso si parla di altri debiti senza far capire di cosa si tratta?
TEGA Non sei nella commissione bilancio, non eri nella commissione Ambiente…

ANTONINI Io sono favorevole ma poiché nella prima fase sarà la provincia a gestire la costituzione dell’Ata allora chiedo al segretario che io non partecipi al voto.

PESARINI fa notare come se la minoranza uscisse dall’aula la maggioranza non avrebbe il numero legale

ORE 17 Interrogazione n.30 presentata in data 29/9/2012 dal consigliere Francesco Viscione (UDC) in merito alla presenza di cinghiali nella zona frazione Venagrande. Risponde: Sindaco Guido Castelli

CASTELLI E’ stata fatta una riunione nel novembre scorso per organizzare le zone di caccia che in effetti hanno dato dei risultati, grazie anche alla concertazione con il Corpo Forestale. E’ stata fatta una caccia potenziata in quelle zone, con risultati che si spera possano evitare problemi in quella zona, e la situazione sembra migliorata. Abbiamo chiesto che se continuassero questi problemi nella zona di Venagrande possa anche questa essere inserita insieme ad altre aree provinciali.
VISCIONE Appoggio l’impegno mostrato, senza augurarmi una strage di cinghiali ma almeno un equilibrio ambientale.

ORE 16.51 Interrogazione n.21 presentata in data 18/07/2012 dal consigliere Francesco Viscione (UDC) concernente la strada comunale in frazione Marino del Tronto. Risponde: Assessore Giovanni Silvestri

SILVESTRI: Il geometra Marini ha realizzato un preventivo di spesa che ha effettuato un sopralluogo assieme a me e all’ingegnere Welton. Ci saranno interventi sul manto stradale e sul guard rail, anche perché c’è stato un interessamento del sindaco.

ORE 16.35 Interrogazione n.20 presentata in data 2/07/2012 dal consigliere Francesco Viscione (UDC) concernente la strada comunale di Coperso. Risponde: Assessore Giovanni Silvestri

SILVESTRI: Viscione poteva risparmiarsi alcune frasi. Certo la messa a norma della strada è importante ma ad esempio non ha senso parlare di spopolamento, noi abbiamo investito milioni di euro per i collegamenti con le frazioni, come Mozzano, Brecciarolo, Pietragrande e tante altre. Noi abbiamo restituito alla piena funzionalità la scuola materna di Poggio di Bretta e con 70 mila euro realizzeremo un parco giochi e un campo sportivo sempre a Poggio di Bretta.

Noi abbiamo 36 frazioni, e arriviamo a tutto senza imporre tasse. Ascoli è grande come San Benedetto ma noi non abbiamo voluto aumentare l’Imu, invece a San Benedetto il partito a cui lei fa riferimento, l’Udc, che aiuta la maggioranza, ha aumentato l’Imu imponendola anche su tanti ascolani che hanno la casa in riviera.

Lei se dice che “i politicanti hanno fatto promesse in campagna elettorale”, non si rivolge a me, e mi fa specie che le dica nonostante sia un ex assessore.

VISCIONE: prendo atto che ci saranno 100 mila euro per la strada ed entro l’estate la situazione sarà aggiustata. La parola “politicante” non era riferita a lei, mi dispiace che si sia risentito, a questo punto evidentemente qualcosa c’entra. Io sono all’opposizione, chi governa ha il dovere di fare. Io conosco la situazione finanziaria del Comune che non permette di sistemare tutte le strade della città, ma già all’epoca realizzammo una scala di priorità e la strada verso Coverso dimostra quale sia la situazione ancora oggi.

Caro assessore, “spending review” non significa solo spendere meno, ma anche “spendere meglio”. Ricordo alcune spese sulla comunicazione, decine e decine di migliaia di euro, cosa che non serve più nel 2013. Questo è il monito, non è una strumentalizzazione.

 

ORE 16.31 PIETRACCI E L’IDV Siamo usciti dal gruppo ma non siamo entrati nel gruppo misto.

ORE 16.27 REGNICOLI: perché non discutiamo sugli impianti termici, visto che la volta scorsa la discussione è saltata per l’assenza di Antonini, ora presente. Ricordo poi che noi della minoranza volevamo saperne di più della delibera sull’Ascoli Calcio.

Il segretario generale risponde in merito alla modifica sui controlli sulle caldaie, che non saranno più obbligatorie sulle case delle famiglie ma soltanto su alcune aziende.

REGNICOLI Quindi la convenzione tra Provincia, Comune di San Benedetto e Comune di Ascoli diventa carta straccia?

Il segretario conferma.

 

ORE 16.08 CASTELLI SU ASCOLI CALCIO La giunta prima di Natale ha approvato una delibera di indirizzo che origina un altro passaggio amministrativo riguardante la possibilità di mettere a norma lo stadio Del Duca, cosa di cui si parla molto e da tempo immemore è presente nel piano delle opere pubbliche riguardo la Curva Sud.

Nel mese di ottobre su sollecitazione delle tifoserie e della Prefettura i nostri tecnici si sono recati in situ e accertato che non vi sia compromissione statica della curva sud. Abbiamo comunque effettuato alcune opere di manutenzione leggera, non perché ve ne fosse necessità, perché la curva è sicura e i certificati lo attestano, ma ci siamo posti il problema di valutare le possibilità di una riqualificazione dello stadio.

Abbiamo quindi formulato l’auspicio di invitare gli eventuali interessati ad una azione di “rigenerazione” dello stadio a formulare proposte e manifestazioni di interesse per questa finalità per la quale l’Anci ha firmato un protocollo con la Lega di B che individua uno staff che accompagna l’azione di quei comuni che manifestano l’intendimento di rigenerare lo stadio, necessaria anche alla luce delle esigenze di queste infrastrutture, sia per il mondo del calcio odierno e il tipo di frequentazione, la possibilità di averne un utilizzo multifunzionale.

Quindi i nostri uffici hanno redatto il testo relativo alla possibilità di realizzare un bando con i soggetti che saranno interessati. Successivamente ho personalmente telefonato sia con il presidente dell’Ascoli Benigni che con quello della Lega di B Abodi perché prima di procedere con il nostro avviso pubblico che seleziona soggetti desiderosi di cimentarsi in questa operazione, con, ad esempio, il fotovoltaico.

Conosco da tempo Andrea Abodi oltre che Benigni i quali sono informati delle nostre idee. Per una questione anche di coinvolgimento con la Lega B li abbiamo coinvolti per sapere se vi sono esigenze specifiche di cui la Lega B può farsi portatrice. Ci siamo incontrati a Rieti, e ci siamo confrontati su questo tema, Abodi ha condiviso la nostra formulazione.

Il problema del Del Duca sorge una quindicina di anni fa, ad esempio ne ho parlato anche con il sindaco di Livorno, si tratta di riconvertirli in maniera più economica e multifunzionali, con al massimo 20 mila spettatori.

Ci siamo messi d’accordo che la Lega si sarebbe resa disponibile a dare suggerimenti, ed ora siamo nelle condizioni di condividere questo avviso anche se fino ad ora, in maniera informale, ci sono state manifestazione di interesse o chiamiamole di curiosità.

E’ bene inserire questa progettualità nello stock dei progetti per questa città, ma è ovvio che il patto di stabilità e le risorse disponibili contemplano molta creatività nella realizzazione di un’opera del genere, oppure di proseguire passo dopo passo.

Insomma, la questione Stadio è una lavagna che dobbiamo ancora scrivere, in questo momento l’unica leva finanziaria è l’affitto che l’Ascoli Calcio paga o dovrebbe pagare al comune, si dovrebbero valutare le situazioni relativi al conto energia per il fotovoltaico.

Dobbiamo ragionare come questa infrastruttura possa creare valore, non solo con il fotovoltaico ma anche per la realizzazione di spazi commerciali e ambientamenti che possano essere utilizzati non solo la domenica ma in tutti i giorni. Quindi un ambiente accogliente per tifosi e famiglie in un contesto adeguato e adatto.

Da qui a qualche giorno la Lega dovrebbe darci indicazioni o suggerimenti.

Ho parlato con Abodi pochi giorni fa e si è limitato a dire che darà indicazioni o suggerimenti. Ripeto, non è una gara ma un avviso rivolto erga omnes attraverso il quale gli interessati possono intervenire.

PESARINI chiede di intervenire, Castelli è d’accordo ma ISOPI (capogruppo Pdl) ricorda che la commissione dei capigruppo aveva chiesto soltanto di riferire e non di discutere.

Il presidente TRENTA stoppa la discussione e afferma che il sindaco ha esaudito quanto richiesto

CASTELLI Effettivamente non c’è molto altro da aggiungere, se i consiglieri vogliono posso offrire copia della delibera ma loro ne sono a conoscenza.

 

Ore 16.07, ha inizio il consiglio. Banchi della minoranza più presenti.

Ore 16. Valentina Bellini del Pd chiede che il consiglio inizi essendo già passata un’ora dalla prima convocazione. Mancano molti consiglieri sia in maggioranza che in opposizione.

1. RISPOSTA ALLE SEGUENTI INTERROGAZIONI:

 

– Interrogazione n.30 presentata in data 29/9/2012 dal consigliere Francesco Viscione (UDC) in merito alla presenza di cinghiali nella zona frazione Venagrande.
Risponde: Sindaco Guido Castelli

– L. R. N. 24/2009 – dgr n. 801 del 4/6/2012 e n. 888 del 18/6/2012. Approvazione schema di convenzione per l’esercizio unitario delle funzioni amministrative in materia di organizzazione dei servizi di gestione integrata dei rifiuti urbani da parte dell’assemblea territoriale d’ambito (ATA) dell’ambito territoriale ottimale ATO 5 – Ascoli Piceno.
Relatore: Sindaco Guido Castelli

– Proposta di deliberazione presentata dal consigliere Mauro Pesarini avente per oggetto: “istituzione e regolamento della Consulta comunale per il Commercio e per il Turismo”.
Relatore: consigliere Mauro Pesarini

– Mozione presentata dal consigliere Giuseppe Falciani (Lista Castelli) a seguito di trasformazione di interrogazione in merito alla commisine di atti vandalici nei confronti dei sestieri Piazzarola, Porta Tufilla, Porta Romana e Sant’Emidio e minacce nei confronti del console di Porta Tufilla.
Relatore: consigliere Giuseppe Falciani

– Mozione presentata dal consigliere Giuseppe Falciani (Lista Castelli) a seguito di trasformazione interrogazione in merito all’ammissione dei cavalieri alla giostra della quintana.
Relatore: consigliere Giuseppe Falciani

– Mozione presentata dal consigliere Giuseppe Falciani (Lista Castelli) a seguito di trasformazione interrogazione sulla ineleggibilita’ e/o incompatibilita’ a capo sestiere , vice capo sestiere e membro del comitato di sestiere di coloro che rivestono la carica di consiglieri comunali e assessori comunali.
Relatore: consigliere Giuseppe Falciani

– Mozione presentata in data 6/2/2012 dal consigliere Pesarini Mauro (PD) + altri consiglieri di minoranza per l’adesione alla campagna “l’Italia sono anche io” per i diritti di cittadinanza e il diritto di elettorato senza discriminazione di cittadinanza e nazionalita’.
Relatore: consigliere Mauro Pesarini

– Mozione presentata dal consigliere Giuseppe Falciani (Lista Castelli Sindaco) in merito ai danni causati da una caduta di un albero in via della Rimembranza.
Relatore: consigliere Giuseppe Falciani

– Mozione presentata dal consigliere Matteucci (Lavoro e Legalita’) sul fenomeno dell’accattonaggio nel territorio comunale.
Relatore: consigliere Ignazio Matteucci

– Mozione presentata in data 4/5/2012 dal consigliere Emidio Tosti Guerra + altri di sostegno alle persone disabili.
Relatore: consigliere Emidio Tosti Guerra

– Mozione presentata in data 16/5/2012 dal consigliere Petracci Mirko (pdl) in merito alla decisione del comando generale dell’arma dei Carabinieri di chiudere il 5° nucleo elicotteri carabinieri (NEC) di Falconara Marittima (AN).
Relatore: consigliere Mirko Petracci

– Mozione presentata in data 1/8/2012 dal consigliere Walter Barboni (Lista Castelli Sindaco) + altri sul piano di riorganizzazione che Poste Italiane vuole attuare nella frazione di Poggio di Bretta con la chiusura dell’ufficio postale e di tagliare n.5 zone nel recapito di Ascoli citta’.
Relatore: consigliere Walter Barboni

– Ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare dell’ UDC in merito all’isitituzione della ”Family Card”.
Relatore: consigliere Francesco Viscione

– Ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare dell’ UDC in merito al sostegno scolastico.
Relatore: consigliere Francesco Viscione

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Ciccanti Amedeo (UDC) per invitare il Sindaco e la giunta comunale, nell’ambito delle linee programmatiche, a presentare un nuovo progetto di Welfare comunale.
Relatore: consigliere Amedeo Ciccanti

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Luca Cappelli -PDL- (primo firmatario) + altri volto a celebrare ogni anno nella giornata del 9 novembre l’anniversario della caduta del muro di Berlino e giornata di liberta’ contro tutti i totalitarismi.
Relatore: consigliere Luca Cappelli

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Antonio Canzian (PD) + altri per richiedere, al Parlamento Italiano, il ritiro dell’emendamento che prevede l’introduzione della possibilta’ di vendita dei beni confiscati alle mafie.
Relatore: consigliere Antonio Canzian

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Valentina Bellini (PD) in merito agli interventi a sostegno delle famiglie nel comparto dell’istruzione scolastica.
Relatore: consigliere Valentina Bellini

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Marco Regnicoli (ALVEARE) per promuovere presso l’Ente Quintana la modifica dell’art. 8 del vigente regolamento elettorale.
Relatore: consigliere Marco Regnicoli

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Marco Regnicoli (ALVEARE) per nominare con urgenza una commisione per la revisione degli statuti e dei regolamenti dei Sestieri e dell’Ente Quintana.
relatore: consigliere Marco Regnicoli

– Ordine del giorno presentato dal consiglere Marco Fioravanti (PDL) ed altri consiglieri di maggioranza per esprimere la propria solidarieta’ al popolo Armeno nella lotta per il riconoscimento della verita’ e per la difesa dei diritti inviolabili.
Relatore: consigliere Marco Fioravanti

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Francesco Viscione (UDC) relativo alla manovra finanziaria correttiva introdotta con il decreto legge 31/05/2010 n. 78, avente per oggetto: “Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitivita’ economica”.
Relatore: consigliere Francesco Viscione

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Giuseppe Falciani (Castelli Sindaco) circa la legittimita’ degli accertamenti amministrativi in tema di sosta sulle zone blu da parte degli ausiliari del traffico
Relatore: consigliere Giuseppe Falciani

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Mauro Pesarini (PD) di adesione all’appello al Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano promosso dalla associazioni avviso pubblico e libera per sollecitare interventi di contrasto alla corruzione.
Relatore: consigliere Mauro Pesarini

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Marco Regnicoli (ALVEARE) per predisporre un sostegno logistico adeguato alle esigenze del Tribunale di Ascoli Piceno al fine di migliorare il livello di servizio e della sicurezza offerti agli utenti.
Relatore: consigliere Marco Regnicoli

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Marco Regnicoli (ALVEARE) per l’attuazione del polo scolastico provinciale.
Relatore: consigliere Marco Regnicoli

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Ciabattoni Francesco (PDL) in merito alla campagna informativa sui danni dell’alcool e sicurezza stradale.
Relatore: consigliere Francesco Ciabattoni

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Cappelli Luca (PDL) in merito al sostegno e solidarieta’ ai nostri militari (Maro’) detenuti in India.
Relatore: consigliere Luca Cappelli

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Mirko Petracci (PDL) in merito al nuovo orario adottato da Trenitalia che prevede la soppressione di 4 corse mattutine con grave disagio ai viaggiatori saltuari e ai pendolari
Relatore: consigliere Mirko Petracci

– Ordine del giorno presentato dai consiglieri Isopi (Lista Castelli Sindaco), Matteucci (Lavoro e Legalita’) e Petracci (PDL) in merito alla manifestazione di celebrazione della ricorrenza del 25 aprile a colle San Marco.
Relatore: consigliere Raniero Isopi

– Ordine del giorno presentato dai consiglieri Corradetti, Pesarini e Bastiani (PD) sul riconoscimento dei valori della ricorrenza del 25 aprile.
Relatore: consigliere Stefano Corradetti

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Marco Regnicoli (ALVEARE) sulla celebrazione della ricorrenza del 25 aprile.
Relatore: consigliere Marco Regnicoli

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Emidio Tosti Guerra + altri per devolvere il gettone di presenza della seduta a favore dei terremotati dell’Emilia Romagna.
Relatore: consigliere Emidio Tosti Guerra

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Tosti Guerra (PDL)+ altri consiglieri di maggioranza per destinare un decimo dell’attivo finanziario alla realizzazione del progetto “Quartiere libera tutti” presentato dall’associazione “la Meridiana”
Relatore: consigliere Emidio Tosti Guerra

– Ordine del giorno presentato dal consigliere Mauro Pesarini (PD) per promuovere con adeguata copertura economica all’espletamento delle verifiche sismiche su tutte le opere (edifici ed infrastrutture) ospedali e scuole
Relatore: consigliere Mauro Pesarini

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 801 volte, 1 oggi)