OFFIDA – Torna a sorridere la Ciù Ciù Offida Volley contro una mai arrendevole Bcc Ostra Vetere. La vittoria è coincisa anche con il ritorno a disposizione di diversi infortunati di medio e lungo corso come Ricci, Netti, Campagnani e Carpini.

La cronaca vede i locali partire contratti e alla ricerca del giusto ritmo; un Gaspari particolarmente ispirato crea i breaks decisivi e il parziale sembra in cassaforte sul 24-18. Sul più bello però si spegne la luce della Ciù Ciù, gli ospiti non ne approfittano e chiudono il set sul 25 a 23 per i padroni di casa.

Il finale di set scuote gli uomini di mister Petrelli che iniziano il secondo parziale con un nervosismo figlio delle troppe sconfitte subite in stagione: la ricezione viene messa sotto pressione da una battuta sempre efficace di Ostra, che sale in cattedra con una diagonale palleggiatore opposto di assoluto valore.I ragazzi del bravo Mattioni chiudono in scioltezza 13-25.

In campo alla ripresa Carpini al posto di uno spento Castelli. La Ciù Ciù ritrova ritmo e ricezione con Marcatili bravo a giostrare i suoi attaccanti: Fares, Salvucci e Traini hanno quasi costantemente la meglio contro il muro avversario mentre Gaspari è semplicemente inarrestabile. I soliti patemi in ricezione vengono risolti da un ottimo Netti, al rientro nel suo ruolo di schiacciatore. Chiusura per i locali sul 25-20. Quarto set sulla falsariga del precedentge: Offida cerca di scappare mentre l’ Ostra Vetere combatte con le unghie e con i denti. La rimonta sul filo di lana degli avversari vanificata da un altro errore in battuta, 25-23.

Vittoria meritata, che permette il sorpasso in classifica i prossimi avversari della Polisportiva Bottega Coldordolo e che consente agli offiddani di preparare la trasferta di Sabato con calma e concentrazione.

Coach Traini ( secondo allenatore della Ciù Ciù Offida Volley ) a fine gara: “L´atmosfera del magico carnevale offidano ci ha giovato: dobbiamo ritrovare la serenità e la determinazione per chiudere una stagione che tutti noi pensavamo differente; non guardiamo a ciò che è stato, non pensiamo ai troppi infortuni ormai quasi superati e riusciremo ancora a toglierci qualche soddisfazione“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 117 volte, 1 oggi)