ANCONA – Non c’è più limite alla fantasia: verso il basso, purtroppo. Dalle parti di Numana sembra ci sia chi abbia pensato di utilizzare Francesco Schettino, il capitano della nave da crociera Costa Concordia colata a picco al largo dell’isola del Giglio, come testimonial.

Notizia che dopo essere rimbalzata nelle cronache locali è stata ripresa dal Corriere della Sera e che adesso sta girando su tutto il web (si spera soltanto italiano) con toni di ovvia ilarità e incredulità. Si fa sentire il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca: ““Non si sa chi sia il genio che ha pensato di invitare Schettino a un’iniziativa per la valorizzazione del Conero, ma certo è che sta producendo danni inenarrabili alla nostra immagine turistica. Con una tempistica degna di miglior sorte, rischia di vanificare tutti gli sforzi compiuti dalla Regione Marche in questi giorni alla Bit di Milano per promuovere il turismo regionale. Secondo notizie di stampa, si tratterebbe proprio di un operatore economico del Conero (Andrea Andrenucci, ndr) che, affetto da profondo autolesionismo, sta alimentando un forte discredito, grazie soprattutto ai continui rilanci che, di questa sua idea, ne ha fatto la stampa nazionale”.

“A Milano, alla Bit – continua il presidente – abbiamo lavorato per promuovere il turismo marchigiano, con il Conero al centro di due eventi prestigiosi della prossima estate, come l’Endurance Lifestyle e il Campionato mondiale di Vela d’Altura, anche se di questo nessun quotidiano nazionale ne ha parlato. Sforzi orientati a sottolineare la qualità e l’originalità di un contesto umano e ambientale straordinario che ora rischiano di perdersi con un annuncio senza senso. La Regione Marche investe molte risorse sul litorale del Conero, altre sono in programma, in particolare per trovare una soluzione definitiva alla salvaguardia ambientale di Portonovo. Questo comporta una forte condivisione di questi impegni che devono trovare coerenza tra istituzioni, operatori e cittadini, tutti ugualmente impegnati a promuovere, con intelligenza e sensibilità, una nuova economia del turismo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 905 volte, 1 oggi)