ASCOLI PICENO – Istituita la Consulta Comunale per il Commercio e per il Turismo: a seguito della delibera presentata dal consigliere del Partito Democratico Mauro Pesarini, il Consiglio Comunale dello scorso 14 febbraio ha approvato all’unanimità la proposta.

“La grave crisi economica e occupazionale che sta vivendo il nostro paese ed in particolare il nostro già martoriato territorio vede la continua chiusura di piccole e medie aziende che per decenni hanno favorito la crescita economica e commerciale della nostra città – spiega Pesarini – In particolare negli ultimi anni abbiamo raggiunto soglie di cassa integrazione e mobilità mai viste prima. Si è raggiunto un tasso di disoccupazione penso, il più alto della Regione Marche”.

“Situazione che  vede moltissimi giovani in cerca di prima occupazione e donne e uomini espulse dalle attività lavorative che non riescono più ad essere ricollocati. Crisi occupazionale che produce di conseguenza una grande contrazione dei consumi. Contrazione che sta mettendo in ginocchio anche tutto il settore delle piccole e medie attività commerciali” continua l’esponente del Pd, “la situazione è gravissima. Nessuno ha la bacchetta magica. Il settore manifatturiero nel Piceno, anche se in grave crisi, resta ancora oggi la principale attività economica”.

C’è però la risorsa turismo: “Ascoli però ha ereditato un centro storico di indubbio valore architettonico e monumentale e culturale che non ha niente da invidiare rispetto alle città della Toscana e dell’Umbria che riescono quasi a vivere economicamente di Turismo. Un turismo che può produrre occupazione e crescita economica. Viviamo in un territorio ricco di bellissimi centri storici, borghi, stupende località balneari, Parchi Naturali con un’offerta turistica ampia; dal culturale al naturalistico all’enogastronomico”.

Quindi: “Durante alcuni incontri con gli operatori del commercio e del turismo ho riscontrato l’utilità di un organismo di raccordo tra tutti i soggetti interessati e l’amministrazione comunale. Un’opportunità per tutti gli operatori del settore per confrontarsi  tra loro e con l’amministrazione comunale per sviluppare questa importantissima risorsa che è il turismo. La  consulta è un organismo di partecipazione con funzioni propositive, di consulenza e di studio nell’elaborazione di programmi e promozioni e sviluppo delle attività economiche connesse con il commercio ed il turismo e potrebbe rappresentare uno strumento di democrazia partecipativa per un reale e concreto confronto tra l’amministrazione comunale e il tessuto commerciale, artigianale e turistico della città”.

Nell’approvazione di questa delibera si è predisposto un contenitore istituzionalmente riconosciuto dove tutti gli attori del commercio e del turismo pota del turismo e di tutto il suo indotto. In base al regolamento entro sessanta giorni dall’entrata in vigore dalla Delibera  la consulta sarà insediata ed operativa. Ora tutti i soggetti coinvolti possono e devono impegnarsi per cercare di  invertire questa situazione di crisi economica ed occupazionale sfruttando anche questo filone del turismo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 221 volte, 1 oggi)