ASCOLI PICENO – Ci sono anche Marco Ezio Fossati e Andrea Soncin tra i venti bianconeri convocati da Massimo Silva per la sfida di domani (ore 15) dell’Ascoli al ‘Dino Manuzzi’ contro il Cesena. I due giocatori sono completamente recuperati, anche se con tutta probabilità non verranno rischiati dal 1′. In vista, infatti, c’è un’altra sfida importante: quella di martedì al ‘Del Duca’ contro il Sassuolo.

Il Cesena è una squadra diversa rispetto al passato – spiega Silva alla vigilia della gara -, il mercato li ha rinforzati e me l’ha confermato anche Bisoli a Coverciano qualche giorno fa. E’ una squadra che soprattutto in casa gioca molto alta, aggredendo molto, facendo di questo la loro caratteristica. Noi, però, non dovremo farci intimidire, rimanendo concentrati. Se ritroviamo l’intensità di gioco che avevamo qualche tempo fa faremo risultato. Sarà una battaglia“. Cosa smarrita da qualche settimana, pare. E’ lo stesso allenatore a confermarlo: “La batosta di La Spezia ha rovinato due mesi di belle partite e grandi risultati. Da gennaio guardavamo in alto, ora invece dobbiamo lottare: è il nostro destino. Ma i tempi torneranno buoni“. Dalla città romagnola danno già il pronostico scontato, con gli uomini di Bisoli favoriti: “Eppure siamo noi sopra in classifica – dice Silva -. Forse sono stati ingannati dalle ultime gare. Non andremo a chiuderci, anzi. Vogliamo aggredirili alti per rubare palla e fare gol. Credo che li sorprenderemo tatticamente. Ma, ripeto, sarà anche una questione di testa: e, se da questo punto ne usciamo bene, allora anche per il Sassuolo sarà dura“.

Nonostante i due importanti recuperi, la formazione resta un’enigma: “Bisogna valutare le condizioni di alcuni. In settimana abbiamo provato diverse soluzioni, anche qualcosa diverso dal solito. Se non ce la fa Soncin abbiamo pronte le alternative. Colomba, ad esempio, sta crescendo“. Sulle incognite legate al campo sintetico spiega: “Ho qualche timore, perché anche muscolarmente qualche giocatore potrebbe risentirne per la sfida col Sassuolo“. Infine, una battuta su Milan-Barcellona. Da simpatizzante del Diavolo ed ex rossonero, Silva dice: “Speravo in un risultato positivo, ma non così netto. E’ stata impostata molto bene la gara, specie sul piano del non possesso palla. Ma quello che mi ha colpito è stato vedere i giocatori spagnoli un’ora e mezza prima della gara: scherzavamo troppo. Nel calcio non bisogna mai essere presuntuosi, altrimenti si paga“. Capito Cesena?

Arbitrerà il signor Francesco Castrignanò di Roma 2.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 194 volte, 1 oggi)