ASCOLI PICENO – Dodici qualifiche professionali (sette barman e cinque pizzaioli) conseguite con i corsi dell’Aprat. L’associazione professionisti ristorazione alberghiera turismo & management, ha ripreso infatti la sua attività formativa, che quest’anno, ancor più che in passato, “punta a combattere la crisi di lavoro, certi che la formazione professionale è fondamentale per aumentare il fatturato delle attività nell’ambito vasto del turismo”. A sostenerlo è il presidente regionale dell’associazione, l’ascolano Augusto Parrinello, in occasione della conclusione del primo corso stagionale presso l’Elis Bar in via Trieste.

Ben dodici sono stati i giovanissimi e non che hanno conseguito le qualifiche professionali: sette barman e cinque pizzaioli. Si è trattato infatti di un corso misto che ha visto in campo due maestri, lo stesso Parrinello per quel che riguarda i barman ed Elio Filipponi, che del locale è il titolare, per i pizzaioli. La chiusura del corso è avvenuta con un esame in piena regola con una giuria molto quotata presieduta dall’avvocato Francesca Cantalamessa e composta tra gli altri dall’assessore al Comune di Ascoli, Massimiliano Di Micco ed i professionisti Giorgio Ricci e Stefano Camaioni.

La qualifica da barman è stata conseguita da Luana Sebastiani, Sandra Giovannozzi, Matteo Carpani, Giulia Capriotti, Daniele De Berardinis e Daniele Franchi. Quella da pizzaiolo invece l’hanno ampiamente meritata Alice Alessandrini, Walter Lauretani, Roberto Fioretti, Riccardo Corradetti ed Innocenzo Di Lorenzo. Tra le pizze che hanno maggiormente colpito la giuria sono state la “Broccolina” e la “Daje”, mentre per i cocktail i classicissimi Americano, Black e White Russian, Gin Fizz ed Alexander.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 442 volte, 1 oggi)