ASCOLI PICENO – Chissà che invidia rispetto a Silvio Berlusconi: ne può combinare di tutte, ha un partito che a livello locale è davvero un giaguaro smacchiato, e invece resta sempre lì, senza un minimo di discussione interna. Nel Pd invece si è sempre sull’orlo di una crisi di nervi: e chi ha visto la faccia di Bersani davanti ai giornalisti, ha capito che si è oltre, l’orlo.

Così ecco le prime crepe di un monolite fino a poco prima compatto – che è un pregio – ma anche impermeabile non si dica alle critiche, ma nemmeno ai suggerimenti.

Ecco allora comparire prese di posizione nuove, frutto di un percorso di cambiamento seguito alla sconfitta-vittoria elettorale. Lucciarini, sindaco di Offida, Ameli, dei Giovani Democratici. Ma è su internet che ribolle il grillismo targato Partito Democratico.

Sulla bacheca di Valentina Bellini, consigliere democratico del Pd di Ascoli, compare una lettera di una elettrice del Pd. Ecco il testo:

“Enrico Letta, sono un’elettrice del Pd nelle Marche.
Per colpa di una legge elettorale indecente, il mio voto ti ha permesso di entrare al Parlamento, usufruire dei tanti privilegi che ciò comporta.
A causa di un ennesimo privilegio che ti è stato concesso, sei stato inserito come capolista nella mia Regione senza passare per le Primarie con le quali abbiamo scelto gli altri candidati nella lista.
Lo abbiamo fatto in tanti, che crediamo nel progetto del Partito Democratico: un’Itali di apertura al Pdl di Silvio Berlusconi un tradimento a quel mandato che ti sei preso attraverso un privilegio e che con tanta perplessità ti abbiamo accordato. Un tradimento nei confronti del Partito di cui faccio parte e soprattutto un tradimento, uno schiaffo, nei confronti dei cittadini che hanno votato su un simbolo che evidentemente non ti merita.
Non starò a guardare. Userò tutti gli strumenti che la democrazia mi offre per manifestare il mio dissenso, la mia protesta, la mia indignazione. Verrò a dirtelo, riuscirò a raggiungerti nei Palazzi del potere in cui sei anche grazie a me, al mio denaro, alla mia fiducia, alla mia buona fede“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 571 volte, 1 oggi)