ASCOLI PICENO – La Regione Marche ha stanziato 105 mila euro per adeguare le banchine delle stazioni ferroviarie lungo la linea Ascoli – Porto D’Ascoli. L’elettrificazione della linea, secondo previsione, sarà operativa dal 9 giugno 2013. “A questo punto – commenta l’assessore ai Trasporti, Luigi Viventi – è necessario che anche i Comuni e la Provincia facciano la loro parte, mettendo a disposizione le proprie quote di compartecipazione”.

Per rendere operativo il servizio è richiesto l’allungamento dei marciapiedi esistenti, in modo da consentire la sosta dei treni elettrici, che sono più lunghi dei diesel. L’investimento necessario è di 315 mila euro, ripartito, in parti uguali, tra Regione, Provincia di Ascoli Piceno e Comuni interessati: Monteprandone, Spinetoli, Ascoli Piceno. Rfi, invece, ha eseguito in proprio gli interventi nelle stazioni di Monsampolo del Tronto e Maltignano, utilizzando risorse pari a quelle spese da Regione e Provincia.

“Lo stanziamento della Regione – aggiunge Viventi – indica l’attenzione che della Regione per questo territorio e per l’elettrificazione della tratta, che consentirà ai pendolari di raggiungere il capoluogo in tempi rapidi, con una linea diretta e senza rotture di carico, nel rispetto degli impegni assunti con la comunità Picena”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 802 volte, 1 oggi)