ASCOLI PICENO – Anche l’Acli di Ascoli Piceno saluta il nuovo Papa Francesco. Di seguito la nota stampa.

Come cristiani e come lavoratori esprimiamo la nostra gioia e la nostra soddisfazione per l’elezione del nuovo Papa, il cardinale Jorge Mario Bergoglio – dice Emidio Cecchini presidente delle Acli di Ascoli Piceno.

Francesco I rappresenta per le Acli una guida spirituale alla quale fare riferimento nella quotidianità, nel lavoro e nell’impegno sociale: auspichiamo che la grande gioia e la grande euforia con la quale è stata accolta la sua elezione, non solo a Piazza San Pietro ma in tutto il mondo, sia da stimolo e conforto a tutti i cittadini per affrontare, con rinnovata fede e reiterato impegno, i tempi difficili della crisi globale che stiamo vivendo.

Le prime parole del Papa le ha rivolte al Papa Emerito Benedetto XVI il quale, con grande coraggio e altruismo, ha dato il via a una fase di rinnovamento per la chiesa e per i suoi fedeli.

Subito dopo Francesco I ha chiesto ai fedeli radunati in Piazza San Pietro la loro benedizione affinchè potesse assolvere il proprio importante compito al quale è stato chiamato: fatto inusuale ma di chiaro significato che testimonia la sua grande attenzione ai “più deboli” proprio come fece Francesco con i suoi poveri.

 

A Francesco I le ACLI confermano la loro fedeltà e il loro affetto nella preghiera e nell’impegno riaffermando con rinnovato vigore nel segno delle tre fedeltà, al Vangelo, al lavoro e alla democrazia, che sono alla base del movimento Aclista.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 135 volte, 1 oggi)