CITTÀ DEL VATICANO – Jorge Mario Bergoglio è Papa da appena 5 giorni, ma sembra già aver conquistato i fedeli e convinto chi nella Chiesa ripone poche speranze. Con il suo linguaggio essenziale e cortese, con la sua gestualità energica, Papa Francesco ha affrontato oggi, 17 marzo, anche il suo primo Angelus,in occasione del quale piazza San Pietro e via della Conciliazione sono state letteralmente invase da fedeli di tutto il mondo. Il comune di Roma ha stimato la presenza di 300 mila persone tra i presenti in piazza e in via della Conciliazione.

Il nuovo pontefice si affaccia qualche minuto prima delle 12, come se avesse ansia di vedere dalla finestra del Palazzo apostolico l’abbraccio simbolico, raccolto nel colonnato del Bernini, vibrante di gioia e pronto ad accogliere il 266° successore di Pietro. Francesco parla di misericordia, di perdono che “il Signore non si stanca mai di dare agli uomini e per questo non dovremmo mai smettere di chiederglielo”- afferma sereno.

Tra la folla molti giovani contenti che il Conclave abbia espresso una figura così energica, semplice e comunicativa. “È un uomo che conosce le terribili conseguenze di una crisi economica sul popolo. Sono convinta che non si limiterà a dare conforto a parole anche a voi” – ci dice Rosario, 25 anni di Buenos Aires. Vorremmo parlare ancora con lei, ma Tve, l’emittente spagnola, ce la scippa. Allora ci imbattiamo in Gaetano,venuto da San Vito dei Normanni in provincia di Brindisi, insieme a tutta la famiglia: “Viva Papa Francesco! Sarà un ottimo pontefice, anche oggi  le sue parole mi sono piaciute, mi hanno convinto!”.

Rosanna, una signora di Roma che incontriamo in via della Conciliazione ci confida: “Ma lo sa che dopo la messa delle 10 a Sant’Anna, Papa Francesco è uscito in strada a piedi e ha stretto la mano a tutti? Anche a Pietro Orlandi, il fratello di Emanuela la ragazza scomparsa in Vaticano. Per me, che non sono praticante, è un bel segnale e spero che questo Papa riesca a rinnovare un’istituzione che sembra vivere nel medioevo!”- conclude la signora.

Inizia tra la gente il cammino di questo nuovo Papa, pronto a “varcare le soglie del tempio (…) ed entrare nella piazza, anzi nella rete sociale, virtuale, economica e culturale che avvolge il nostro globo”-  come scrive monsignor Ravasi oggi sul Sole24Ore.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 621 volte, 1 oggi)