ASCOLI PICENO – Tre lavori realizzati dal Liceo Artistico Statale “O. Licini” di Ascoli Piceno sono stati segnalati dalla commissione incaricata di valutare i cortometraggi realizzati dai 6 istituti dell’Emilia Romagna e Marche che sono passati alla fase finale di “Poste…in cortometraggio”. L’idea proposta dagli studenti è piaciuta per come si è sviluppato il breve racconto. Infatti i giovani registi avevano a disposizione un cortometraggio di 60/90 secondi per raccontare una “Storia fatta apPosta”.

Nelle scorse settimane la commissione, composta da Mauro Ferrari (grafico pubblicitario), Giuseppe  Piva (art designer), Elena Metti (insegnante) e  Tiziana Albasi (insegnate), ha selezionato le migliori finaliste delle narrazioni filmiche che verranno poi pubblicate sulla pagina Facebook di Poste Italiane.

Gli esaminatori hanno giudicato i lavori degli studenti di una scuola per ogni provincia, tra gli istituti di Ascoli Piceno (Liceo Artistico “O. Licini”), Piacenza (Liceo Respighi), Modena (Ist. D’Arte “Adolfo Venturi”), Ferrara (Ist. “Luigi Einaudi”), Forlì (Liceo Artistico e Musicale) e Novafeltria (Ist. “Luigi Einaudi”) partecipanti al progetto “Poste… in cortometraggio”; realizzazioni che vogliono essere, soprattutto, un momento di confronto e partecipazione attiva dei ragazzi, i protagonisti di domani, sui temi proposti ma stimolati dalla propria creatività.

Ai ragazzi dell’istituto di Ascoli Piceno che hanno creato il video e all’insegnante coordinatore Maurizio Calenti sono stati consegnati alcuni riconoscimenti da parte del direttore provinciale di Poste Italiane, Francesco Gentile.

Comunicare con i giovani, nel linguaggio dei giovani, l’immagine di Poste Italiane, un’Azienda che da 150 anni offre sicurezza al servizio del futuro. Ecco il filo conduttore che ha ispirato “Poste.. in cortometraggio”, ultima tappa del progetto ludico formativo “Una Storia fatta apPosta”, ideato nell’ambito delle manifestazioni celebrative del 150° anniversario di Poste Italiane.

Sono quindi i più giovani a testimoniare tramite la nuova frontiera dei social network il percorso che Poste Italiane ha compiuto tra passato e presente verso il futuro di una comunicazione sempre più globale e “connessa”. Esprimendo la propria idea o la propria esperienza, anche attraverso la collaborazione di un gruppo di lavoro, gli alunni diventano a loro volta gli artisti di un “progetto di comunicazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 389 volte, 1 oggi)