ASCOLI PICENO – Una vittoria, quella di stasera dell’Ascoli, dai tanti significati e spunti: innanzitutto, tre punti scacciacrisi, con i quali esce dai play out e dimentica il tabù ‘Del Duca’ nel 2013; quindi, un successo per dimenticare le ultime burrascose settimane, culminate con l’esonero a malincuore di mister Massimo Silva; terzo, la gara ha di fatto ‘riconsegnato’ alla squadra e ai tifosi giocatori smarriti da tanto, troppo tempo nelle loro prestazioni in campo. Gente come Loviso, Russo, Scalise e Feczesin non è sembrata più quella dei mesi passati, anzi, sembra in netta ripresa. Speriamo che non sia solo un fuoco di paglia. Bene anche Di Donato, maratoneta, e Faisca, mentre Zaza fa il massimo che può. Colomba, invece, all’esordio dal 1′, è la piacevole sorpresa.

MAURANTONIO 6: Attento nelle conclusioni degli avversari, un pò sorpreso nel gol dell’1-2, ma Delvecchio salta bene. Sicuro anche nelle uscite.

PRESTIA 6: Alterna giocate buone e precise ad altre meno e frutto di incertezza. Sa far meglio.

PECCARISI 6,5: Memore dell’incontro ‘ravvicinato dello scorso campionato, Lupoli gli gira attorno e non lo affronta mai. Quando lo fa non passa. Il gigante di Milazzo è sicuro e sbaglia poco.

FAISCA 7: Prestazione migliore degli ultimi mesi. Sicuro, a volte eccede nel portare palla, ma con errori ridotti all’osso.

SCALISE 6,5: Una volta per gare del genere avrebbe preso 6. Può dare molto di più, ma si vede che è in crescita. E poi la palla per Feczesin… Assist al bacio.

RUSSO 7: Non parte benissimo, sbagliando cose anche semplici per lui. Ma il gol spezza l’incantesimo: ci teneva e lo ottiene con un tiro da fuori potente, anche se non irresistibile. Che sia un nuovo inizio.

LOVISO 7,5: Come Russo stenta nei primi minuti, ma poi prende le misure e sale in cattedra: dapprima disegnando perfetti calci da fermo, quindi dettando la manovra e facendo girare la squadra. Sicuro sul rigore, nonostante gli ordini di scuderia avessero scontentato il pubblico.

DI DONATO 7: Il cuore oltre l’ostacolo. E’ ovunque: pressa, corre e lotta, ma fa anche espellere Som per un brutto fallo su di lui. Esce sfiancato in vista di Crotone (FOSSATI sv: una manciata di minuti giusto per non vanificare la fretta di tornare da Roma).

COLOMBA 6,5: Prima gara da titolare nell’anno, oltretutto davanti al proprio pubblico (e al proprio padre), nella gara più delicata che potesse esserci. Lui ripaga con buone e ordinate giocate, frutto di tanto impegno e buon piede. Fuori per un leggero infortunio (PASQUALINI sv)

FECZESIN 7,5: Un gran gol, il sesto personale, che scaccia più di un fantasma. La gara non era facile e il suo perfetto colpo di testa vale tanto in questo momento. Poi tanto solito lavoro al fianco di Zaza e diverse occasioni create. Lanni gli nega il bis su corner.

ZAZA 6,5: Chi lo conosce bene sapeva che non sarebbe mancato stasera. Non è al meglio, ma ha dato tutto, come nell’azione del rigore per il 3-1 della sicurezza. Ci rimane male per la decisione del mister, ma avrà tante occasioni per rifarsi.

PERGOLIZZI 6,5: La squadra ha ritrovato voglia e carattere smarriti nelle ultime settimane. Speriamo che duri. Tatticamente cambia poco. Giusta l’idea di Colomba. Da evitare la sofferenza un uomo in più e sul 2-0.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 561 volte, 1 oggi)