di seguito l’articolo, Pesce d’Aprile di PicenoOggi.it

ASCOLI PICENO – Centro tutto pedonale, stipendi di sindaco, assessori e presidenti delle società partecipate comunali dimezzati, piattaforma di discussione web coi cittadini per decidere le scelte cittadine: sono soltanto alcuni dei punti in fase di studio da parte del Movimento Cinque Stelle piceno che, dopo essere diventato il primo partito cittadino alle scorse politiche, sta seriamente decidendo di “conquistare” l’Arengo alle amministrative 2014.

In una mail indirizzata a tutti gli iscritti piceni Tonino Silvestri, “mente” dei grillini fin dai primi giorni di formazione del governo, ha sintetizzato alcuni punti che saranno probabilmente quelli che guideranno la prossima campagna elettorale dei cinquestellati.

“Sceglieremo il nostro candidato sindaco con le primarie on line – inizia Silvestri – A quel punto, decideremo le nostre non-alleanze: niente partiti, ma soltanto liste civiche. Però, considerando come i partiti tradizionali si stiano riciclando e stiano già provvedendo a inondare di liste civiche le prossime elezioni locali, dovremo distinguere tra civismo puro e, invece, quell0 d’accatto”.

“L’Alveare rappresenta un esempio di lista civica già attiva e intatta – continua – E a questa potremmo valutare di aggiungere le liste civiche già presenti in consiglio comunale, come quella di Gibellieri, che pure ha una storia politica diversa e dovremmo quindi valutare”.

Riguardo il programma, “anch’esso sarà discusso in assemblee cittadine e poi votato on line – assicura Silvestri – Naturalmente non potremmo evitare di sottolineare quanto sia necessario un rilancio ambientale del centro storico, che sarebbe il caso di pedonalizzare quasi integralmente. Alcune proposte, tipiche del MoVimento, devono essere portate avanti a prescindere: dunque lo stipendio del sindaco, degli assessori e dei presidenti delle società partecipate dal Comune dovrà essere dimezzato”.

Una stoccata, infine, sia per Castelli e il suo Pdl che per Canzian e il Pd: “Nessuno dei due gruppi sarà in grado di superare il 25% dei consensi, e in caso di ballottaggio noi ci saremo, e le preferenze dei cittadini esclusi dalla rappresentanza tradizionale a quel punto arriveranno a noi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.199 volte, 1 oggi)