ASCOLI PICENO – L’8 aprile alle ore 15 si terrà in Ascoli Piceno, presso la Sala Ceci della Pinacoteca Civica in piazza Arringo, una conferenza tenuta da Marco Jacoviello dal titolo “La parola scenica, Una riflessione sull’arte e sulla musica nel bicentenario di Verdi e Wagner”.

L’incontro si colloca all’interno delle iniziative promosse dal Corso di Laurea in Tecnologie e Diagnostica per la Conservazione e il Restauro destinate sia ai propri studenti che alla città di Ascoli e al territorio piceno. Con questo, che è il primo di una serie di incontri che avrà un seguito immediato il 6 maggio con la presenza della direttrice della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, Rita Paris, il corso di Beni Culturali (dizione con la quale forse è più conosciuto il Corso) si presenta alla città e al territorio dopo il rischio di una sua disattivazione che è stata scongiurata e sarà dunque ancora presente ed attivo nell’anno accademico 2013-2014.

Il legame tra il corso – una vera e propria eccellenza dell’offerta formativa dell’Università di Camerino sia a livello locale che nazionale – e il territorio viene dunque rinsaldato attraverso la messa a disposizione di eventi che pur essendo di grande interesse per il pubblico garantiscono sempre una alta qualità scientifica e sono in grado di accentrare sulla città e sul Piceno l’attenzione di una cerchia più vasta di pubblico.

L’incontro dell’8 aprile con Jacoviello – Storico della musica e docente di Metodologia dell’educazione musicale all’Università LUMSA di Roma – lancia una sfida alla possibilità di creare ponti tra espressioni artistiche diverse, usando la multimedialità come veicolo di immediata comprensione dei temi anche ai non esperti, facilitata dalla capacità comunicativa del relatore. La Pinacoteca apre la Sala Ceci, nel suo giorno di chiusura, proprio per sottolineare la rilevanza dell’incontro e per ciò va ricordata la grande disponibilità del suo direttore, Stefano Papetti, che fa anche parte del corpo docente nel corso stesso. L’introduzione all’incontro sarà curata dal Marco Giovagnoli, sociologo del Bene Culturale e docente Unicam, mentre l’accoglienza e i saluti saranno a cura di Renzo De Santis, presidente del Consorzio Universitario Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 168 volte, 1 oggi)