ASCOLI PICENO – L’annosa questione delle cosiddette “strade gruviera” è quanto mai attuale. E in ogni città d’Italia che si rispetti, questo tipo di scenario – che presenta, talvolta, un conto salato a pedoni, automobilisti e scooteristi – rappresenta una consolidata consuetudine. Nel “paese che vai, buca che trovi”, potrebbe essere proprio questo l’elemento tipico che affratella gli ottomila comuni della penisola e azzera le diversità.

Ad Ascoli, ad esempio, percorrendo via Firenze – che dista una cinquantina di metri da piazza Immacolata e che finisce di fronte al centro congressi di viale della Repubblica –  è impossibile non accorgersi di quella che si presenta come una vera e propria voragine: una buca con un diametro, più o meno, di due metri, a pochi millimetri dal marciapiede, che giace proprio a pochi centimetri dal circolo Peppe Fanesi.

Non è ancora chiaro il motivo per cui il manto stradale abbia ceduto in maniera così rilevante, ma alcuni residenti in zona parlano di lavori relativi alla sistemazione di condutture sottostanti, che vennero effettuati proprio in quel punto almeno un paio di anni fa. Una sorta, insomma, di operazione chirurgica praticata nell’asfalto, ma mai ricucita da chi di dovere, costringendo quindi auto, pedoni e amanti delle due ruote (a motori o a pedali) ad un vero e proprio slalom quotidiano. Il tutto, sotto gli occhi dei condomini del palazzo vicino che cominciano ad irrigidirsi e a pretendere che qualcuno risolva al più presto.

Ma in via Montecassino (un’ arteria lunga più o meno 50 metri, che si interseca con via Firenze, da un lato, e con Piazza Immacolata, dall’altro) la situazione non è certo diversa. Le condizioni sono pessime.  L’asfalto, in alcuni punti, è praticamente sbriciolato. In altri, invece, ha ceduto formando degli avvallamenti. La mancanza di illuminazione notturna, completa, infine, un contesto, di fatto, desolante e disagiato per chi ci abita, che in un passato molto prossimo ha mietuto anche qualche vittima.

Un residente in zona, infatti, racconta come una donna di mezza età, mesi orsono, abbia messo un piede in fallo in una crepa, finendo rovinosamente a terra e poi al pronto soccorso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 629 volte, 1 oggi)