SPINETOLI – Imparare divertendosi. E’ questa l’idea della Picenambiente che ha deciso di avviare un progetto di sensibilizzazione per i più piccoli per abituarli ad un nuovo modo di intendere i rifiuti e diffondere l’importanza della differenziata. Per farlo sono state scelte Valeria Colonnella, illustratrice laureata all’Accademia delle Belle Arti di Brera, e Carolina D’Angelo, scrittrice di opere per l’infanzia, introdotte da Paolo Mercuriali, responsabile marketing della Picenambiente.

La conferenza di presentazione non poteva che avvenire all’Oasi La Valle a Pagliare del Tronto: “Ventidue ettari che possono essere definiti uno dei fiori all’occhiello del nostro territorio provinciale”, ha dichiarato il sindaco di Spinetoli Angelo Canala all’inizio della conferenza di presentazione. Il progetto prevede la diffusione nelle scuole e alle famiglie di un libro fatto a mo’ di menù illustrato a colori che racconta la storia di due vicini di casa, Antò di qua e Antò di là per l’appunto, l’uno attento alla differenziata l’altro più insensibile al punto da buttare la spazzatura propria nella casa del vicino. Quando Antò di qua partì in viaggio di nozze, Antò di là venne sommerso dalla propria spazzatura non potendola più gettare nella casa di fianco ed essendo disabituato a differenziare correttamente i rifiuti. Imparare la differenziata, dunque, conviene.

“E’ stata una fantastica esperienza”, hanno dichiarato le due artiste, “siamo felici che abbiamo avuto il modo di collaborare con la Picenambiente e realizzare questa idea. Mettendola poi al servizio dei più piccoli per stimolarli sulle problematiche dell’ambiente sia a scuola che a casa”.

Grande soddisfazione espressa anche dall’amministratore delegato della Picenambiente Alessandro Di Francesco presente alla conferenza che ha ricordato come “la nostra ditta da anni sta accelerando il processo di incremento della raccolta differenziata in tutto il territorio provinciale. Molti comuni oramai sono alle soglie del 65%, alcuni anche oltre. Vogliamo che un domani si possa  parlare di un mondo senza rifiuti.In questo la Picenambiente sta dando prova di un’ ottima sinergia tra pubblico e privato spingendo in questa direzione. Questo progetto rientra pienamente in questa ottica, siamo estremamente contenti di aver collaborato assieme a Valeria Colonnella e Caterina D’Angelo. Speriamo sia stimolante sui ragazzi”.

Presente anche Palmiro Merli, consigliere di amministrazione nella Picenambiente che ha ricordato come “a San Benedetto ad esempio il porta a porta sta dando ottimi risultati. Anche le persone si stanno abituando a questo diverso modo di intendere i rifiuti. Le novità non sono mai facili da presentare ma stiamo avendo una buona risposta da parte della popolazione. Differenziare al meglio vuol dire avere meno costi e al contempo migliore qualità”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 568 volte, 1 oggi)