ASCOLI PICENO – Al termine della sconfitta interna contro il Modena, sono pochi i giocatori dell’Ascoli da salvare nella debaclè per 3-2 che ha piazzato i bianconeri nel quart’ultimo posto in classifica. Una brutta prestazione nel complessivo, in parte raddrizzata dalla doppietta micidiale di Andrea Soncin, giunto al settimo centro stagionale. Per lui anche un coro della curva sud. Insieme a lui si salvano come mosche bianche Feczesin, lo Scalise del secondo tempo, Fossati e Maurantonio, bravo ad evitare tanti altri gol. Male la difesa, con un Peccarisi a mezzo servizio e un Prestia oggi in giornata no.

MAURANTONIO 6,5: Difficile che si salvi un portiere che ha preso 3 gol. Eppure, da Dalla Bona a Mazzorani, sono diversi i giocatori modenesi al quale ha negato il gol. Incerto sulle uscite, incolpevole e sfortunato sulle reti subite.

PRESTIA 5: Azzecca il tempo di pochissimi interventi, oltre ad alcune situazioni rese pericolose dal nulla. Ed è suo il tocco di mano per la punizione dello svantaggio firmato da Dalla Bona.

PECCARISI 6: Come confessato da Pergolizzi, non si può fare a meno di lui. Che sia in condizione o no gioca. Ed oggi, finché il dolore al ginocchio glielo ha concesso, ha retto la difesa, sbagliando molto meno di altri.

FAISCA 5,5: Sono tante le giocate errate che alterna alle altre positive. A volte si complica la vita da solo.

SCALISE 6: Parte male, molto male. E il pubblico invoca il suo cambio. Poi è suo il cross perfetto per il pareggio di Soncin. Nella ripresa cresce e va constantemente sul fondo. L’energia si esaurisce da quando passa nel ruolo di terzino.

LOVISO 5,5: Le cose migliori le fa nel momento di battere i corner. Per il resto anche lui compie errori in giocate non troppo difficili, anche se poi fino alla fine cerca di dare ordine al centrocampo.

RUSSO 5,5: Poco incisivo. Ha rare opportunità di mettersi in mostra, ma neanche lui fa molto di suo. La grinta non manca e ci mette lo zampino nel gol del 2-1.

FOSSATI 6: Ci si aspetta sempre di più da lui. Oggi ha toccato meno palloni del solito ed è stato limitato adeguatamente dai giocatori di Novellino. Ma se l’Ascoli ha creato qualcosa è stato anche merito suo.

COLOMBA 5: Posizione non sua, ma Pergolizzi voleva premiarlo per il costante impegno e la disciplina tattica. Purtroppo, però, fa poco per sfondare sulla fascia. Una distrazione gli costa il giallo.

FECZESIN 6,5: Non segna, anche se un suo tiro nella ripresa impegna Colombi. Fa tanto lavoro spalle alla porta e movimento che aiuta anche la furbizia e il senso del gol di Soncin.

SONCIN 7,5: L’unico errore che gli si può rimproverare è quella palla persa negli ultimi secondi di gioco che poteva consegnare un ultimo assalto ai suoi. Per il resto due gol, tanti pericoli creati e un dinamismo da ragazzino. Sette gol in campionato per uno dei bomber più prolifici della storia bianconera.

PERGOLIZZI 5: La squadra manca di grinta. Dice che non è una questione di modulo, ma la difesa a quattro ancora una volta fa subito acqua. Quarta sconfitta in cinque gare, escluso il recupero di Crotone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 478 volte, 1 oggi)