ASCOLI PICENO – Se il cambio di allenatore non ha portato la scossa auspicata dalla società e spiegata ieri dal ds De Matteis in conferenza stampa (vedi articolo), la speranza ora è che si torni al passato. Un mese fa, infatti, l’Ascoli guidato da Silva era seppur di poco sopra la zona play out, mentre la truppa che domani al ‘Menti’ (ore 20,45 arbitra Di Bello di Brindisi) affronterà il Vicenza di Dal Canto lo farà da quart’ultima in classifica. Sei gare da giocare per sperare nella salvezza, a partire dalla sfida ai veneti.

Mister Silva, tornato in panchina dopo l’esonero di Pergolizzi di sabato scorso, presenta così la gara: “I punti dicono che Grosseto, Pro Vercelli e lo stesso Vicenza sono quasi fuori dai giochi. E credo che per i biancorossi proprio la gara contro di noi rappresenti l’ultima speranza di riprendere le altre. Vuol dire che domani avremo una responsabilità in più: se vinciamo mettiamo una bella pietra sopra“. Una gara difficile, ma con un avversario che in casa non convince: “Li ho studiati oggi ed è vero che tra le proprie mura hanno fatto peggio che fuori. Sono stati anche contestati recentemente. Noi non giocheremo per difendere, ma per avere l’equilibrio e lo spirito che avevamo anche prima. Dovremo essere combattivi nella fase di non possesso, ma bravi a sfruttare le nostre qualità in avanti, visto che loro hanno delle difficoltà in difesa“.

Ancora alcuni dubbi di formazione, legati soprattutto alle condizioni di diversi ragazzi, come Peccarisi, Soncin, Gomis e Scalise. “Giocherà chi sta meglio fisicamente, a prescindere dal valore tecnico.  Maurizio forse verrà, dato che ha anche la personalità che conta in questi casi. Ma se non gioca ci sarà gente più fresca“. E in effetti il centrale di Milazzo, dolorante da tempo al ginocchio e uscito malconcio contro il Modena, è tra i 19 convocati. “Conocchioli? E’ tra i più brillanti e avere brillantezza ora è importante. Domani si gioca di sera, ma poi nelle gare diurne si potranno soffrire i primi caldi“. Su Morosini, invece: “Mi è stato riferito che si è allenato molto nei giorni passati e che è in crescita. Spero di ritrovare il Morosini di prima“. Infine sul calendario dell’Ascoli da qui a fine torneo: “Non l’ho mai guardato quest’anno, ma ora l’ho fatto. Devo ammettere che alcune rivali per la salvezza, come la Reggina, stanno messe forse un pò meglio di noi. E c’è da dire che non sono rimaste in tante a lottare. Ma vedo che in diverse fanno fatica, anche lo Spezia che ha una bella squadra, mentre altre, come il Lanciano, che non hanno una rosa ampia mi aspetto che rallentino. Tuttavia – continua Silva – conta solo quello che facciamo noi. Dobbiamo prendere meno gol rispetto alle ultime partite, dove sono stati subiti anche per un pizzico di sfortuna“.

Riguardo la formazione, in porta Maurantonio se la gioca con Gomis, tornato pienamente a disposizione. In difesa c’è il dubbio Peccarisi, mentre a centrocampo dovrebbe tornare Pasqualini sulla sinistra, con Conocchioli possibile sorpresa a destra. In mezzo sono certi Loviso e Fossati, con Russo, Colomba e Morosini (il più probabile) a giocarsi la terza maglia. Davanti Zaza e Feczesin.

Probabili formazioni:

VICENZA (4-3-3): Bremec; Padalino, Gentili, Camisa, Laczko; Ciaramitaro, Cinelli, Rigoni; Bellazzini, Malonga, Bojinov. All.: Dal Canto.
ASCOLI (3-5-2): Maurantonio; Prestia, Ricci, Faisca; Conocchioli, Morosini, Loviso, Fossati, Pasqualini; Zaza, Feczesin. All.: Silva.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 522 volte, 1 oggi)