ASCOLI PICENO – In relazione al decreto che prevede per la Regione Marche un taglio di 180 milioni di euro per il comparto Sanità il presidente della consulta regionale per la Disabilità Roberto Zazzetti ha voluto segnalare che gli stessi non riguardano solo la riduzione dei posti letto ma anche tutto il materiale sanitario che viene erogato per la cura dei disabili e degli anziani non autosufficienti.

Si riferisce in particolare alla riduzione della fornitura di pannoloni e traverse a disabili e anziani che vivono a casa: “Questa riduzione della fornitura – dice Zazzetti – può sembrare che nell’immediato crei un forte risparmio nella spesa sanitaria ma in realtà aumenta di fatto la spesa a causa dell’insorgenza di piaghe da decupito favorite dall’impossibilità del cambio degli stessi pannoloni”.

“Questa è il risultato di una politica di tagli trasversali attuata da questa regione – prosegue il presidente della consulta – senza valutare il parametro costo\beneficio, e che a fronte di un sbandierato aumento delle cure domiciliari ai gravi, attua dei tagli indiscriminati alla qualità del materiale utilizzato per curare le piaghe da decupito che in molti studi epidemiologici dell’apposito dipartimento viene evidenziato come una fra le patologie più costose per il servizio sanitario regionale”.

Un’ulteriore pericolo, secondo Zazzetti, sarebbe costituito dall’istituzione della centrale unica per l’approvigionamento di beni e servizi che da una parte “è un ottimo strumento per razionalizzare la spesa senza ridurre la qualità degli stessi ma che spesso risulta come il solito taglio indiscriminato con il solo scopo del risparmio”.

“Ci aspettiamo – conclude – che questi tagli vengano revocati restituendo un minimo di dignità ai nostri associati e alle loro famigliegià massacrati dalla grossa crisi in atto nel nostro paese”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 405 volte, 1 oggi)