ASCOLI PICENO – A Folignano si terrà una mostra interattiva per promuovere una nuova cultura sul valore dell’acqua dolce.

Verrà ospitata dalla “Struttura Integrata di Villa Pigna”, dal 20 aprile, giorno della sua inaugurazione, al 6 giugno. “Non c’è acqua da perdere”, il nome della mostra, si propone di far prendere coscienza della crisi idrica mondiale e locale per stimolare azioni, individuali e collettive, utili alla tutela di questa indispensabile risorsa, in linea con l’impegno dell’Unesco del 22 marzo 2006.

Attraverso un percorso guidato da educatori dell’associazione Cose di questo mondo, la mostra si svilupperà in cinque sale laboratoriali a seconda della tematica approfondita: sala della sacralità, sala degli esperimenti; sala dei consumi; sala del mondo; sala dell’acqua in bottiglia.

La partecipazione al’evento  permetterà ai partecipanti di conoscere da vicino la situazione dell’acqua a livello mondiale e locale e il suo probabile futuro. Di conoscere la distribuzione dell’acqua potabile e i suoi principali utilizzi e l’influenza che questa risorsa ha sulla qualità della vita, sia dal punto di vista sanitario che economico;le principali differenze tra l’acqua in bottiglia e l’acqua dell’acquedotto. In più ci avrà la possibilità di risparmiare acqua attraverso semplici gesti quotidiani.

È destinata agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, del comune di Ascoli Piceno e dei comuni limitrofi (Folignano, Maltignano, Castel di Lama, Colli, Appignano, Offida e Castorano), i quali potranno partecipare a un concorso di poesia sul tema dell’acqua dal titolo “Ho l’acquorima in bocca”, la cui premiazione avverrà il giorno 8 giugno.

Saranno previste anche delle aperture pomeridiane e serali, per tutti.

Grazie al contributo dei sostenitori, la partecipazione all’evento sarà completamente gratuito, trasporto compreso.

L’evento è stato creato grazie alla collaborazione tra l’Associazione Cose di questo mondo, il Ciip Spa, l’Aato 5 Marche Sud, la Caritas diocesana di Ascoli Piceno, il comune di Folignano, l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Ambito Territoriale Ascoli Piceno – Fermo, le Acli provinciali di Ascoli Piceno e l’Ipsia Ascoli Piceno Onlus.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 528 volte, 1 oggi)