ASCOLI PICENO – E’ successo ieri pomeriggio, 17 aprile, nel centro storico di Matelica. Un uomo di circa sessant’anni, B.O., residente nell’Ascolano, è stato visto da alcuni dipendenti di una banca del centro città aggirarsi freneticamente nei pressi dell’ingresso dell’istituto di credito, con un oggetto stretto nella mano che assomigliava ad un coltello.

Scatta subito l’allarme e sul posto arrivano i Carabinieri. “Sono io l’uomo che cercate. Per fortuna che siete arrivati presto perché avevo bisogno di 150 euro, ma so di avere il conto in rosso”. L’uomo, in preda al panico, confessa ai militari le sue condizioni precarie, in cui vive dall’anno scorso, in seguito alla perdita del lavoro di operaio.

Durante la perquisizione i Carabinieri hanno rinvenuto un coltello serramanico e l’uomo è stato denunciato per porto abusivo di arma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 797 volte, 1 oggi)