ASCOLI PICENO – Luciano Agostini, deputato del Pd, spiega in un comunicato che abbiamo pubblicato qui il momento politico del suo partito e dell’Italia. Crediamo che, almeno nell’assemblea provinciale degli iscritti che si terrà martedì prossimo, sia il caso di capire qualcosa delle cinque domande che poniamo all’attenzione collettiva.

1. Perché Agostini ha votato contro Marini e poi ha votato a favore di Napolitano? Ha sbagliato la prima o la seconda volta? O ha sbagliato in entrambe le occasioni?

2. Perché Agostini parla di “101 irresponsabili franchi tiratori che nel segreto dell’urna hanno evitato che Romano Prodi diventasse Presidente della Repubblica”, quando, nella votazione precedente, lui ha fatto la stessa cosa con Franco Marini, contribuendo ad impedirgli di diventare Presidente? Non si considera “irresponsabile”?

3. Perché Agostini ha votato in controtendenza al suo partito solo in questa occasione, ma invece è stato ligio al dovere quando si è trattato di colpire imprese e lavoratori italiani con Imu, Iva, pareggio di bilancio, fiscal compact, tagli all’istruzione, tagli alla sanità, prestito al Mps, riforma Fornero (l’ha votata? E’ quindi parimenti responsabile, o no?)?

4. Perché Agostini distingue con sottigliezze filosofiche politichesi tra governo del Presidente e “Governissimo”, quando comunque, in entrambi i casi, i suoi voti si sommeranno a quelli di Scelta Civica e Pdl, esattamente come nella passata legislatura, e dunque sarà loro alleato?

5. Dunque Agostini può assicurare che un caso di “Governissimo”, che sarebbe un governo con la presenza di politici nei ministeri, non darà la fiducia?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.029 volte, 1 oggi)