ASCOLI PICENO – E’ stato un inizio strepitoso quello della nona edizione di Fritto Misto, la kermesse che per otto giorni renderà la città di Ascoli Piceno una vera e propria Torre di Babele della frittura.

Oltre 10.000 le presenze stimate in Piazza Arringo, nella sola festività del 25 Aprile durante la seconda giornata di apertura dell’evento, con il positivo incremento del +10% di assaggi di fritti rispetto la precedente edizione.

Grazie ad un sondaggio condotto in loco dagli organizzatori, i primi dati segnalano una massiccia presenza di turisti provenienti da regioni limitrofe e non, come LazioAbruzzoUmbriaEmilia Romagna Piemonte. Roma, la Provincia di Pescara e Chieti, le Province di Ancona e Macerata sono state le aree maggiormente coinvolte.

Si riconferma dunque il grande consenso di pubblico per l’evento con un superamento degli incoming turistici superiore alle aspettative: la kermesse si dimostra quindi uno straordinario volano, a cavallo dei ponti di Primavera, per conoscere il territorio piceno e le sue innumerevoli bellezze naturali e artistiche, grazie anche alla collaborazione siglata tra Fritto Misto e i Musei Civici della Città di Ascoli Piceno.

Riuscitissimi anche gli appuntamenti gratuiti per i piccoli appassionati di frittura, grazie a Cucina la tua oliva, il laboratorio manipolativo in collaborazione con il Consorzio di Tutela dell’Oliva Ascolana del Piceno dedicato agli alunni della scuola d’infanzia e della scuola primaria per realizzare la classica oliva ascolana secondo la ricetta tradizionale.

Quest’anno la programmazione del Palafritto è ancora più ricca grazie alla speciale turnazione delle ricette che cambieranno nell’arco dell’evento così da offrire ancor più varietà di gusti  per il palato dei visitatori.

Di scena ancora fino a domani saranno le tipicità ucraine – chicken kievcrocchette di vitello in salsa di formaggio e ali di pollo in salsa agrodolce e crocchette di patate e funghi – direttamente dalle cucine dei cuochi Demianov Dmytro Surovtseva Viktoria della città di Lugansk; il classico fish&chips dall’Inghilterra con William Grigg di Ledbury e gli sfiziosi gamberi in tempura di gin tonic con Massimo Garofoli del Ristorante Mood di Civita Nova Marche. Dall’Italia non mancheranno le tagliatelle fritte della Pro Loco di Monterubbiano e le tipicità della Sardegna di Daniel Gianni con gustosi fagottini di brisee con ripieno di pecorino di Osilo e pinoli tostati al connonau e gli involtini di ricotta mustia, asparago selvatico e cipollina.

Sempre presenti le classiche ricette: dallo gnocco fritto emiliano, agli arancini siciliani, dalle tipicità ascolane allo street food toscano, passando per specialità greche, spagnole, sudamericane fino alle tipicità della cucina cino-giapponese.

Il nuovo Polo Degustazioni entrerà nel vivo della sua programmazione con i minicorsi sull’Olio d’Oliva, in programma sabato 27 Aprile alle 16.00, ed a seguire spazio alle Lezioni da Bere con l’Associazione Italiana Sommelier A.I.S. Marche in collaborazione con il Consorzio dei Vini Piceni e l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini. Alle ore 20.00 sarà protagonista la Provincia di Ascoli Piceno, con una degustazione di Offida Rosso, Offida Pecorino, Marche Rosso e Rosso Piceno Superiore.

E per chi vuole assaggiare l’ “Anisetta”, tipico liquore nato ad Ascoli Piceno nel 1870, Meletti offre una degustazione compresa nel ticket di Fritto Misto.

Inoltre per gli appassionati di birra, non mancherà lo spazio firmato Birrificio Il Mastio per scoprire il gusto insolito ed originale dell’abbinamento di frittura e luppolo.

Infine per tutti coloro che vorranno scoprire i prodotti a denominazione di origine protetta e le proposte di agricoltura biologica del territorio piceno, da non perdere il punto dedicato a Piceno Open – Vinea Qualità Picena, il progetto di filiera realizzato da Vinea, cooperativa di produttori viticoli operanti nella Provincia di Ascoli Piceno.

Fritto Misto si tiene ad Ascoli Piceno dal 24 Aprile al primo Maggio. 

Per info www.frittomistoallitaliana.it, e www.facebook.com/frittomisto.official

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 436 volte, 1 oggi)