ASCOLI PICENO – Olio, ambiente e solidarietà. Durante la manifestazione Fritto Misto vi è stato anche un momento di approfondimento sulle attività di Adriatica Oli, azienda impegnata nel campo della raccolta e smaltimento rifiuti, in particolare oli esausti.

Così sono stati duemila euro quelli che Adriatica Oli ha deciso di destinare in beneficenza all’Emporio della Carità Madonna delle Grazie. Così presso la sala della Quintana si è svolto un incontro per illustrare i termini della donazione e le attività di recupero di oli esausti, alla presenza del sindaco Guido Castelli, il Presidente di Ascoli Servizi Comunali Fulvio Mariotti, l’Amministratore Unico di Adriatica Oli, Giorgio Tanoni e il Presidente di Betania Nazzareno Marchei.

Castelli ha evidenziato l’incremento sostanziale che ha avuto la raccolta differenziata dei cittadini ascolani. Dal 2007, anno di attivazione del servizio, si è passati da 9 mila chilogrammi agli attuali 31 mila circa.

Il sindaco ha ribadito come “l’alleanza con i consorzi, la forte azione dell’amministrazione e l’impegno di Ascoli Servizi Comunali abbiano portato a risultati molto soddisfacenti”.

Il servizio della raccolta differenziata degli Oli si è sposato bene con l’identità della città, che del fritto ne ha fatto elemento di vanto, a livello internazionale.

Ha preso poi la parola il Presidente di Ascoli Servizi Comunali Mariotti, che ha tenuto a precisare “ l’importanza e la validità di tutti i suoi collaboratori, in un contesto e in un settore particolarmente difficile. Forte è la sinergia tra cittadino e operatore, che ha dato sbocco ad opportunità ambientali, economiche, occupazionali e sociali. I rifiuti rappresentano uno sviluppo e una risorsa per l’utilizzo dell’olio per diversi benefici”.

L’amministratore unico dell’Adriatica Oli, Giorgio Tanoni ha ringraziato il sindaco per la possibilità concessa per il territorio ascolano, nel quale sono presenti 33 contenitori Olivia, per la raccolta del rifiuto.

Lo scorso anno, sono stati ritirati ben 400 kg di olio, grazie alla presenza massiccia di cittadini.

Il Presidente Nazzareno Marchei ha ringraziato Castelli. L’Emporio è stato fortemente voluto, tra gli altri, dal Vescovo Silvano Montevecchi, “al quale vanno i migliori auguri e ringraziamenti come vescovo attivo della città ascolana”.

Attualmente, sono circa 420-430 le famiglie che accedono all’Emporio. Il contributo donato dall’Adriatica Oli servirà per “i nuovi ordini di latte e olio, beni primari per le famiglie bisognose”.

I volontari dell’Emporio si impegnano a indirizzare le persone che si rivolgono a loro verso una scelta oculata dei beni che posso essere più utili, rispetto ad altri.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 367 volte, 1 oggi)