SPINETOLI – Sono trascorsi 35 anni da quella sera che vide la nascita di un vero e proprio mito teatrale rappresentato ovunque: in Italia, in Europa, fino ai palcoscenici di Broadway. Uno spettacolo dal linguaggio antico ma anche moderno e corrosivo – che fa corpo con la musica come un’unica partitura – dove la forte carica emozionale è solo la punta di un iceberg che sottende una ricerca profonda e pregna di significati colti e mitici.

L’opera, che rispecchia le tradizioni orali e musicali del sud Italia, scritta e musicata da Roberto De Simone –  con musiche di Fabrizio De Andrè, adattate dal noto regista ascolano, Tonino Simonetti – andrà in scena il prossimo 12 maggio, alle 21:15, sul palcoscenico del teatro Beniamino Gigli di Pagliare del Tronto, e verrà rappresentata nei suoi tre atti dalla neonata compagnia teatrale pagliarana “Sipario Aperto”. “Un vero e proprio debutto per noi”, dice Donatella Allevi, Presidente dell’Associazione Teatrale Culturale Sipario Aperto. “Il teatro è vita: una meravigliosa avventura, la nostra, che non avrebbe ragione di esistere senza la complicità e la passione di tutti i componenti del gruppo”.

Luigina Allevi, Carlo Pulcini, Ida Pezzella, Umberto Perozzi, Raffaella Camaioni, Cristina Nardinocchi, Silvana Renga, Majlinda Bejani, Monica De Santis, Emidio Alfonsi e la piccola Martina Di Silvestre, saranno gli interpreti de “La Gatta Cenerentola” e componenti dell’Associazione Teatrale e Culturale Sipario Aperto.

“La gatta Cenerentola” è inserita nella stagione teatrale 2013 di Pagliare, che ha preso il via lo scorso 27 aprile con il musical “Romeo e Giulietta di William Shakespeare, rappresentata dalla compagnia “Feel Good Show”, e lo spettacolo brillante “vado per vedove”, della compagnia de “Gli Oscenici”, del 4 maggio.

La rassegna continua, con gli spettacoli che cominceranno alle 21:15 al teatro B.Gigli di Piazza Kennedi, il 12 maggio con “La Gatta Cenerentola”, del gruppo “Sipario Aperto”, per poi proseguire con “Margarita e il Gallo”, di Edoardo Erba, della compagnia “Artistica…mente” il 18 maggio.  “Pe nu terne, me so vennuta l’anima a lu diavele”, della compagnia “Nuovo Sipario” di Castel di Lama, chiuderà la stagione teatrale il 25 maggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 682 volte, 1 oggi)