ASCOLI PICENO – Comunque vada, sarà un sabato di fuoco quello che passeranno domani tutti gli appassionati dell’Ascoli Calcio: alle 15, infatti, allo stadio ‘Cino e Lillo Del Duca’ la squadra bianconera affronterà la Ternana in una sfida da vincere a tutti i costi, altrimenti la serie B il prossimo anno sarà solo un ricordo del passato.

Vincere domani e battere il Cittadella sabato prossimo: è questa l’unica strada percorribile dagli uomini di Silva. Il tecnico, privo degli squalificati Zaza e Montalto, ha convocato venti giocatori per il ritiro dell’Hotel Casale. Due le novità, sicuramente tra le più attese: il ritorno del capitano Daniele Di Donato e del guerriero Maurizio Peccarisi. Il primo sarà sicuramente in campo insieme a Fossati e Russo nel terzetto di centrocampo, sperando che la sua grinta possa contagiare anche gli altri compagni. Il secondo, invece, è tornato ad allenarsi con la squadra in settimana, ma non è ancora in condizione per giocare da titolare. Riguardo la formazione, sarà confermata la stessa che si era ben opposta al Brescia una settimana fa, ad eccezione di Di Donato al posto di Conocchioli. Sugli esterni, dunque, ancora Scalise e Pasqualini mentre in attacco scelte forzate: Soncin e Feczesin. L’ungherese, purtroppo vittima di un grave lutto familiare, è tornato in Ungheria in settimana e solo mentre stiamo scrivendo è atterrato a Roma, per poi raggiungere la squadra in ritiro. Il pubblico dovrà sostenere soprattutto lui domani.

A proposito di pubblico, prosegue la vendita dei biglietti: alle 20 erano rimasti ottocento tagliandi di curva, acquistabili al prezzo di tre euro grazie alla tariffa ‘Insieme’, portando, cioè, con sé un altro tifoso. E della tifoseria ascolana ha parlato anche mister Aldo Luigi Ammazzalorso, sulla panchina bianconera il 10 aprile 2004, giorno di Ascoli-Ternana 3-2. Intervenuto nella trasmissione di RadioAscoli ‘Tutti allo Stadio‘ ha detto: “Domani ci deve essere il pienone. La vittoria in qualche modo dovrà arrivare, o con le buone o in … maniera più grintosa del solito. I tifosi dovranno contribuire a farlo“.

Tuttavia, gli uomini di Silva dovranno fare i conti con la squadra di mister Toscano. A quota 49 in classifica, gli umbri sono ad un passo dalla salvezza, ma al ‘Del Duca’ daranno il massimo: è accesa, infatti, la rivalità tra le due tifoserie, specie sul versante rossoverde, dove sono oltre trecento i supporters che giungeranno nel Piceno. Nella loro mente, oltre la possibilità di ostacolare la corsa salvezza del Picchio, anche la voglia di vendicare il 2-1 dell’andata, quando al ‘Liberati’ un’autorete di Brosco e il gol di Zaza rimontarono il vantaggio di Nolè. Ma domani è un’altra storia. Domani è in ballo la storia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 330 volte, 1 oggi)