SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Migliaia di metri cubi di rifiuti e di eternit sono stati sotterrati nel corso del tempo nell’area della ex Sgl Carbon di Ascoli Piceno, non lontano dal fiume Tronto”. Lo ha detto Emidio Gentili, un ex dipendente dello stabilimento ascolano dell’azienda, in passato responsabile dei servizi generali del sito produttivo, nel corso di un convegno promosso nel capoluogo piceno da Legambiente e Movimento Difesa del Cittadino, centrato sulle problematiche connesse alla bonifica dell’area industriale, che si estende per 25 ettari nell’immediata periferia cittadina di Ascoli. (fonte Agi)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 604 volte, 1 oggi)