CASTEL DI LAMA – Il Comune di Castel di Lama risponde in merito agli articoli di stampa inerenti inefficienze negli edifici scolastici cittadini: “Dagli articoli apparsi a mezzo stampa – si legge in una nota dell’Ufficio Tecnico comunale – sembra che le scuole di Castel di Lama siano un “colobrodo” con continue infiltrazioni di acqua come se le strutture stessero a cielo aperto ed in balia degli eventi piovosi. A simili affermazioni è doveroso fornire alcuni chiarimenti e risposte che hanno solo lo scopo di informare i cittadini in maniera chiara e veritieria.

Giova ricordare innanzi tutto che nel corso degli ultimi 10-15 anni tutti i plessi scolastici sono stati oggetto di consistenti interventi di sistemazione, ampliamento e ristrutturazione che hanno riguardato sia le parti strutturali ed architettoniche che quelle impiantistiche ed hanno toccato tutti gli edifici scolastici presenti nel nostro territorio (asilo nido comunale, scuole materne di via Garibaldi e via Carrafo, Scuole elementari di via Adige e L.go Petrarca a Piattoni, Scuola Media). Grazie a tali interventi molti di questi plessi scolastici hanno subito un significativo miglioramento sotto tutti i punti di vista in particolare sulla sicurezza e sulla possibilità di ampliare e migliorare l’offerta didattica e l’insegnamento anche in termini di ricezione ed iscrizione degli alunni.

I risultati sono sotto gli occhi di tutti e se oggi le nostre scuole sono un esempio di efficienza, tanto da essere oggetto di continue richieste di iscrizione provenienti anche da fuori Comune, si deve ai suddetti interventi che hanno consentito alle strutture di essere funzionali sotto ogni punto di vista e gradevoli all’accoglienza.

Ciò a dimostrazione che l’amministrazione ha sempre avuto una forte sensibilità ed un’attenzione particolare per le scuole suffragata, oltre che da consistenti investimenti economici, anche da una continua e proficua collaborazione con gli Istituti scolastici che ne curano la direzione con i quali quotidianamente ci si confronta per risolvere ogni problematica.

Con ciò vogliamo quindi sgombrare ogni dubbio sulla qualità e consistenza dei nostri plessi scolastici che in termini di sicurezza e messa a norma vantano pochi eguali nella nostra provincia.

Le infiltrazioni di acqua a cui, in maniera esagerata, si fa riferimento negli organi di stampa, non sono relative ad aule didattiche dei plessi scolastici ma ad alcune strutture come l’aula magna della Scuola Media, o la palestra di via Adige, non oggetto quindi di attività scolastica, dove per le quali ci stiamo comunque adoperando per effettuare interventi che sono oggetto di un’attenta valutazione di tipo tecnico-economica e che rientrano in una nostra programmazione.

Certamente tutto è migliorabile e l’amministrazione non si esime da critiche costruttive ed accogliere lamentele da parte dei cittadini ma far passare le nostre scuole come “colabrodo” sembra veramente eccessivo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 454 volte, 1 oggi)