ASCOLI PICENO – Una banalissimo malinteso. Un acceso scambio verbale. Una lite, e poi la rissa. In Piazza del Popolo. Questi i contorni della baruffa avvenuta sabato scorso, poco prima della mezzanotte, nel bel mezzo del “salotto d’Italia”, tra lo sgomento della gente

Secondo una ricostruzione della dinamica dei fatti, molto diversa rispetto a quanto trapelato fino ad ora, i protagonisti della vicenda, tutt’ora ricercati, sono 4 ragazzi, due donne e due uomini: sono accusati di lesioni gravi nei confronti di un giovane ascolano di 30 anni.

Tutto sarebbe cominciato all’interno di uno dei tanti bar di Piazza del Popolo, e il motivo scatenante del furioso litigio, degenerato poi in violenza, sarebbe stato un banale malinteso per una bevanda che uno degli aggressori avrebbe chiesto al barista, mentre la vittima era già seduta a sorseggiare la sua.

Un malinteso di poco conto, tra i due, che probabilmente nemmeno si conoscevano, ma che sarebbe bastato ad accendere la miccia di quella che poi si è trasformata in una vera e propria rissa. Dalle parole ai fatti, in un crescendo di tensione e paura tra i clienti del locale, e l’acceso scambio, inizialmente tra la vittima e uno dei 4 aggressori, che dopo pochi minuti si è riversato fuori dal bar dopo che, giustamente, il gestore era riuscito a mettere alla porta tutti i protagonisti della vicenda.

In Piazza del Popolo, il furioso litigio è continuato e dopo pochi minuti sono arrivati anche gli altri tre in aiuto del loro amico. Quattro contro uno: il risultato è stato che uno dei quattro ha colpito il trentenne ascolano con una bottigliata in pieno volto. Sul posto, i Carabinieri, che tutt’ora seguono le indagini, la Polizia ed una pattuglia dei Vigili Urbani.

Il giovane, tutt’ora ricoverato al Mazzoni di Ascoli, è stato soccorso da un’equipe del pronto soccorso e trasportato d’urgenza al nosocomio ascolano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.207 volte, 1 oggi)