ASCOLI PICENO – Il divertimento per i giovani ascolani non sarà più solo sulla costa. Dal prossimo week end, 24 e 25 maggio, i cancelli di Villa Alvitreti, in via dell’Aspo 155, si apriranno per ospitare la prima edizione del “Dj contest Ascoli Piceno”. La prima serata sarà tutta per il dj ascolano Giorgio Romanelli, che si esibirà a partire dalle 22.

Al centro di questa nuova iniziativa di rilancio del divertimento giovanile c’è l’ex assessore Claudio Sesto Travanti, la cui agenzia ha collaborato con l’associazione Misericordia, conosciuta per l’impegno nel volontariato, titolare da tempo di un progetto di rilancio della struttura. Nel progetto è stata coinvolta anche la locale Facoltà di Architettura.

L’ obiettivo dell’ex assessore all’ambiente è quello di restituire a giovani e non uno dei più bei parchi della città, “un luogo simbolo” come lo ha definito. “In primo luogo ritengo che riaprire, nell’ambito di un piano di recupero ben più ampio che si velerà mano a mano, uno dei parchi più belli del nostro territorio, di modo che non tutti gli ascolani e non solo ne possano godere, sia un primo risultato seppure parziale di cui non possiamo non andare fieri” fa sapere Travanti.

L’argomento del divertimento giovanile, perennemente in bilico tra il fastidio lamentato dagli abitanti del centro storico e l’esigenza del rilancio della vita notturna dello stesso, nonché di fornire un’offerta adeguata all’obiettivo di diventare una vera città universitaria, ha un ruolo fondamentale per questa iniziativa: “Siamo soddisfatti di poter dare un’opportunità a chilometri zero a tantissimi giovani ascolani, che il fine settimana non saranno costretti ad emigrare dalla nostra città verso la costa. Dare un seppur piccolo contributo alla gioventù locale, quantomeno sotto il punto di vista della sicurezza nel divertimento, ovviamente non può che renderci orgogliosi”- conclude l’ex assessore.

Continua quindi il braccio di ferro fra sindaco e i “defenestrati” della giunta comunale, di cui Travanti è il pioniere. Tra Casa della Gioventù e la riapertura di Villa Alvitreti, il tempo libero dei giovani ascolani viene improvvisamente colmato da un ventaglio di offerte positive e adatte a diverse preferenze. Per una volta, dai risultati delle baruffe politiche, la città guadagna qualcosa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 847 volte, 1 oggi)