AMANDOLA – “Ritratti di Donna: volti dell’animo femminile raccontati da parole musica danza immagini”, è lo spettacolo che si terrà sabato 25 maggio alle 21,15 al teatro La Fenice di Amandola. Il progetto è dell’Associazione IOM Ascoli Piceno onlus, impegnata dal 1996 nell’assistenza dei malati oncologici, e viene realizzato insieme alla Fondazione Carisap.

Si tratta di uno spettacolo che vuole costituire un omaggio a tante donne che in campo artistico o nel sociale hanno lasciato nel presente e nel passato segni tangibili di rinnovamento e coraggio, che sono stati e sono ancora atti di grande ispirazione per tutti. Di queste donne, tracciando dei brevi ritratti, si vogliono raccontare la bellezza e l’unicità, focalizzando l’attenzione sull’importanza della creatività artistica e dell’impegno civico come motori di cambiamento e miglioramento sociale. La serata prevede musica suonata dal vivo, immagini, danze, canti e racconti: un percorso che intende suscitare emozioni e riflessioni, e stimolare curiosità e desiderio di approfondimento di storie a volte dimenticate di personaggi femminili di varie epoche.

Allo spettacolo, ideato e diretto dalla danzatrice e coreografa Maria Angela Pespani, collaborano l’associazione Culturale RespirArte, l’Istituto Musicale Spontini e il Liceo Artistico Statale “Licini” di Ascoli Piceno.

“Ritratti di donna”, i cui testi sono curati da Valentina Bellini, le immagini sono il risultato delle ricerche di Flavia Marini e le forme nello spazio scenico sono ideate da M. Grazia Lakus, è presentato da Alessandra De Vecchis, Camilla Orazi, Danaide Marcucci, Mara Mancini, Mariangela Mercatili, Maria Angela Pespani, Vanessa Dezi e Matteo Ravo; gli interventi musicali sono a cura di Maria Puca; M. Cecilia Ceci collabora alla regia; luci di Giorgio Morgese.

Allo spettacolo amandolese hanno assicurato la loro collaborazione l’amministrazione comunale e l’associazione Wega.

Nel corso della serata, che è ad ingresso libero, gli spettatori potranno liberamente lasciare un’offerta a sostegno dell’attività dello IOM Ascoli Piceno onlus; non si tratta però solo di una raccolta fondi quanto mai importante nell’attuale momento congiunturale, il ciclo di spettacoli per cui si richiede il contributo infatti intende offrire allo IOM l’opportunità di illustrare sinteticamente la propria attività, contribuendo a favorire l’allargamento della fruizione dei servizi che è in grado di offrire gratuitamente. Va peraltro sottolineato che alle donne – alle quali lo spettacolo è dedicato-  l’Associazione dedica da tanti anni una particolare attenzione, realizzando progetti finalizzati  appunto al recupero psico-fisico di quelle operate di tumore (Pentesilea).

Per informazioni è a disposizione la segreteria dell’associazione (tel.0736 358406)  aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 277 volte, 1 oggi)