ASCOLI PICENO – Esattamente il 18 maggio 1907 venne inaugurato il Caffè Meletti, esempio di liberty nel cuore di Ascoli Piceno, meta obbligata per chiunque si rechi nella Città delle Cento Torri e uno dei 150 caffè storici italiani. A distanza esatta di 106 anni la struttura, entrata nel patrimonio della Fondazione Carisap nel 1996, compie un ulteriore passo nella sua ultracentenaria storia: dal 30 maggio infatti il Caffè Meletti diventa anche Ristorante.

“Era tutto previsto all’interno del piano quinquiennale che prevede il raggiungimento del pareggio di bilancio nella gestione del Caffè Meletti Srl – spiega il Presidente della Fondazione Carisap Vincenzo Marini Marini – Tutti i caffè storici italiani sono in perdita perché devono rispettare alti livelli qualitativi e soprattutto investire costantemente nella manutenzione dello stabile che li ospita. Infatti nel primo anno di questo bilancio abbiamo subito una perdita di 200 mila euro: paghiamo anche la crisi economica, ovviamente, anche se abbiamo buoni risultati grazie alla vendita di gadget, come ad esempio la tazzina da caffè del Meletti”.

Su un aspetto il presidente della Fondazione Carisap vuole mettere evidenza: “Gli ascolani, oltre che i visitatori, devono capire che se i prezzi del Meletti sono stati a livello di mercato, questo è avvenuto perché le perdite del Meletti sono state assorbite dalla Fondazione e quindi sono state in definitiva sopportate da coloro i quali, attraverso le attività che supportiamo, beneficiano di importanti servizi sociali. Quindi i ricavi del Meletti consentono alla Fondazione di destinare maggiori fondi per finalità sociali”.

Il Ristorante Meletti si svilupperà al primo e secondo piano dell’edificio, e resterà aperto tutte le sere tranne che di lunedì. Per quanto riguarda il pranzo, il ristorante sarà sempre in funzione, ma il servizio verrà effettuato nel Caffè. Il secondo piano è adatto ad ospitare cene per un numero consistente di persone, anche se complessivamente i due piani non possono contenere più di 88 persone. E affacciandosi dalla finestra – o dal balcone – la vista è quella di Piazza del Popolo: nulla di meglio immaginabile.

Tarcisio Mazzitti, appartenente alla storica famiglia di ristoratori che gestiva il “Gallo d’oro“, è il coordinatore del Ristorante, e Emidio Piccinini l’amministratore unico di Caffè Meletti srl: a loro si interfaccia lo chef Roberto Di Sante. Particolare attenzione sarà data ai prodotti locali di qualità. I prezzi saranno contenuti e nella media della ristorazione. Buon appetito. E appuntamento fra 106 anni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.303 volte, 1 oggi)