ASCOLI PICENO – Tutto è pronto per accendere i rilfettori che porranno Ascoli al centro dl dibattito economico in questo fine settimana. Prenderà il via infatti nella giornata di Sabato, nella suggestiva sede del Teatro Ventidio Basso, l’Assemblea Generale ItaliaCamp, il network che unisce 70 Università italiane con Istituzioni e Imprese del paese, dal titolo “Dalle proteste alle proposte“.

Ricco il programma e il parterre degli ospiti, davvero di prim’ordine. Si inizierà alle ore 11:00 con il saluto del sindaco Guido Castelli, poi l’Assemblea sarà aperta dal Professor Pier Luigi Celli Presidente della Fondazione ItaliCamp, Luca Antognozzi Coordinatore Regionale ItaliaCamp, Fabbrizio Sammarco Presidente Associazione ItaliaCamp e dal Vice Ministro dello Sviluppo Economico e Presidente Onorario ItaliaCamp Antonio Catricalà.

Prima dell’inizio della tavola rotonda sul tema ” Innovazione, occupazione, impresa” moderata dal Direttore RAI News Monica Maggioni, interverrà in veste di ospite d’onore il Presidente del Senato Pietro Grasso. Al round table interverranno il Presidente INPS Antonio Mastropasqua, il Segretario CISL Raffaele Bonanni e l‘Amministartore Delegato Enel Green Power Francesco Starace. A concludere la prima parte del programma ci saranno il Premio Nobel per la Pace Betty Williams e il Presidente Onorario della Fondazione ItaliCamp Gianni Letta.

Dopo pranzo a partire dalle ore 15 si entra nel vivo del dibattito su cosa è stato realizzato dall’Associazione e cosa è in programma, sono previsti quattro seminari due presso il Palazzo dei Capitani dal titolo “Made in Italy – Che sapore ha il nostro paese?” e “New deal lavoro – Finito il lavoro in Italia?“, mentre presso la sede di Confindustria, partner dell’evento, ci saranno gli altri due seminari “I like green – Hai l’energia per cambiare?” e “Alla ricerca di innovazione – Non si mangia con la cultura ?“.

ItaliaCamp è nata circa tre anni fa all’interno dell’Università LUISS – esordisce il Presidente Onorario Pier Luigi Celli – con l’idea di una ventina di ragazzi di cercare di trovare un qualcosa per il bene del paese. In questo breve lasso di tempo l’Associazione è diventata molto grande, radicandosi in ogni regione con quasi 2.000 giovani che ne fanno parte. Il merito è tutto di questi ragazzi che con serietà e competenza hanno fatto un duro lavoro, ed ora a Novembre sono pronti a sbarcare anche negli Usa“.

“Il nostro principio è l’innovazione sociale – spiega il Presidente dell’Associazione Fabrizio Sammarco – e siamo stati i primiin Italia a fare un centro di studi su questo tema. L’innovazione tecnologica ci ha dato molto ma soltanto con quella sociale si può migliorare il modo di essere cittadini ” .

Ad entrare un pò più nel merito degli argomenti che verranno toccati sono stati il Direttore Dipartimento Impresa e Management LUISS Gennaro Olivieri, il Consigliere delegato Fondazione ItaliaCamp Francesca Guida e il ricercatore CeRIIS Riccardo Maiolini. Il loro primo rapporto sull’innovazione sociale in Italia prende il nome di “L’importanza del Fattore C nell’individuazione del valore di innovazione sociale ” , dove “C” sta per comunità. Sono stati 19 i ricercatori impegnati specializzati in diverse discipline, lo studio ha preso in esame le regioni italiane con 56 indicatori divisi in otto macrosettori come la competività del territorio o il capitale umano e sociale. La predisposizione all’innovazione quindi è stata determinata da una combinazione di economia di mercato e di quella civile e quelle più virtuoso sono risultate quelle che hanno riscontrato un livello paritario tra i due valori, con in testa Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Campania e Puglia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 989 volte, 1 oggi)