ASCOLI PICENO – ” Dalle proteste alle proposte ” . Questo è lo sloogan scelto dai ragazzi di ItaliaCamp per la loro Assemblea Generale 2013. Dopo Catanzaro e gli Stati Generali svolti a Verona, dove intervenne anche l’ex Premier Mario Monti, è stata Ascoli la sede scelta per il loro annuale raduno di questa associazione che, nonostante abbia solo tre anni di vita, si sta imponendo come una delle maggiori realtà del nostro paese cercando di promuovere idee per l’innovazione sociale e, dopo aver tessuto importanti rapporti in Europa, ora a Novembre si preparerà a sbarcare negli Usa. Una autentica invasione di circa 800 giovani delegati provenienti da tutte le regioni italiane che hanno scelto come palcoscenico della loro Assemblea il Teatro Ventidio Basso, adornato con una suggestiva scenografia richiamante al tricolore per l’occasione.

Il via all’ incontro è scattato alle 11:00 con il sindaco Guido Castelli che, citando Roland Barthes, ha portato il saluto della città orgogliosa di ospitare genius. Poi è stato il Presidente Onorario dell’Associazione Antonio Catricalà ad introdurre i numerosi e prestigiosi ospiti, che ha sottolineato come fosse stata giusta la scelta sua e di Gianni Letta di appoggiare subito questa giovane organizzazione, capace in pochissimo tempo di arrivare a circa 2.000 iscritti e riuscire a muovere un indotto di 20 Milioni di Euro per finanziare progetti tesi all’innovazione sociale, già 20 quelli realizzati come quello della s.r.l. semplificata che ha portato alla creazione di 5.046 nuove imprese.

Ospite d’onore dell’incontro è stato il Presidente del Senato Pietro Grasso che, dopo aver elogiato le bellezze di Ascoli, ha lanciato un forte messaggio a tutte le componenti istituzionali che è finito il tempo delle discussioni ma è arrivato il momento di agire vista la gravità della situazione in cui la nostra nazione versa : ” Sono sempre felice di essere assieme ai giovani perchè ti danno un arricchimento continuo, è come ricaricare l’energia. ItaliaCamp è una risorsa preziosa, servono idee per le esigenze della comunità, rinnovamento e modernizzazione nel più breve tempo possibile e tutti assieme dobbiamo provarci. Il nostro paese è ricco di di grandi menti e di competenze, siamo all’avanguardia in molti campi, ma purtroppo spesso mancano fondi per realizzare questi progetti e così queste idee si disperdono. Cosa si può fare per rilanciare l’economia ? la prima cosa da fare è rilanciare l’occupazione giovanile, molte giovani eccellenze sono costrette ad andare all’estero, diminuire la spesa per la ricerca è inaccettabile, bisogna avere il coraggio di guardare al futuro perchè qui non si tratta di costi ma di investimenti che aumentano il pil e abbattono la disoccupazione. La ricerca va promossa con carriere meritocratiche cercando di far ritornare chi ha dovuto cercare gloria fuori dai confini nazionali”.

Senza legalità nessuna crescita è possibile – continua il Presidente Grasso – la lotta contro l’evasione fiscale e la corruzione devono essere alla base. L’ Unione Europea ha stimato in 1.000 Miliardi di Euro le entrate in meno dovute alle frodi e all’evasione, se riuscissimo a anche una parte di questi soldi subito potrebbero essere spesi per i giovani, la crruzione è un reato nocivo non solo alla Pubblica Amministrazione ma a tutto il tessuto economico del paese, è un volano dell’illegalità. Appena eletto il mio primo provvedimento è stato un disegno di legge per combattere il falso in bilancio, il riciclaggio e l’evasione fiscale, io mi impegnerò di utilizzare ogni strumento per assicurarmi che ci sia un dibattito costruttivo per realizzare le riforme necessarie allo sviluppo del nostro paese”.

Altra applauditissima ospite è stata il Premio Nobel per la Pace Betty Williams. L’attivista nordirlandese prima ha strappato sorrisi a tutta la platea invitando tutti i presenti ad alzarsi e abbracciare chi li era vicino, ma poi ha regalato momenti di forte commozione quando ha raccontato la sua storia che l’ha vista dal 1976 prodigarsi in difese delle donne e soprattutto dei bambini. Prima dell’avvio dei seminari di ItaliaCamp c’è stato anche lo spazio per una tavola rotonda moderata dalla giornalista Monica Maggioni dal titolo “Innovazione, occupazione e impresa” alla quale sono intervenuti il Presidente INPS Antonio Mastropasqua, l’Amministartore Delegati Enel Green Power Francesco Starace e il Segretario CISL Raffaele Bonanni. Particolarmente raggiante quest’ultimo  dopo l’accordo storico raggiunto nelle scorse ore tra Confindustria e sindacati ed ha voluto così commentare : ” Finalmente si è rotto lo schema che non ci poteva essere collaborazione tra lavoratori e impresa, due mondi che ora si più vicini per affrontare assieme i nemici comuni che sono la finanza rapace e la politica distante. Il Presidente Napolitano ha incoraggiato questo accordo con discrezione e solerzia. Nel dopo guerra i giovani di allora si ritrovarono di fronte un paese distrutto e ne hanno fatto una potenza economica mondiale, ora si parla di 60 anni per uscire dalla crisi ma se si recupera la forza di volontà di quei anni ne occorreranno al massimo 60 di mesi”.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 455 volte, 1 oggi)