ASCOLI PICENO – Si è concluso con un’ ampia assoluzione il processo a carico del finanziere, M.L., accusato di corruzione, rivelazione del segreto di ufficio, dietro un corrispettivo in danaro, e di aver venduto una divisa di ordinanza a Gaetano Abaco, 40 anni, di Niscemi (Caltanissetta), collaboratore di giustizia. Quest’ultimo, avrebbe utilizzato la divisa per commettere un’estorsione.

Il collegio giudicante del tribunale di Ascoli, presieduto dal giudice Emilio Pocci, ha quindi accolto la richiesta degli avvocati difensori del finanziere, Maurizio Cacaci e Francesco Voltattorni,  secondo cui non c’è mai stata alcuna divulgazione di informazioni riservate, ne la vendita di una divisa invernale ad Abaco.

Coinvolto nella vicenda dal 2009, M.L., durante le varie tappe processuali, si è sempre proclamato innocente, godendo, peraltro, dell’appoggio di molti colleghi che hanno testimoniato in suo favore. Una prima sentenza in suo favore, l’aveva già ottenuta dal Tribunale del Riesame, dopo aver ascoltato le sue dichiarazioni, e oggi la piena assoluzione da quello di Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 819 volte, 1 oggi)