ASCOLI PICENO – “Le strade di competenza provinciale hanno bisogno di manutenzione urgente, sia per quanto riguarda l’asfalto, funestato da molte buche, crepe e dislivelli, sia per quanto riguarda piante e arbusti, da tagliare per evitare che ne facciano le spese i tanti giovani e meno giovani che le percorrono in bici o in moto, specie durante la stagione estiva, per raggiungere la costa e il mare, o come semplici appassionati di ciclismo. Per non dire della carenza di segnaletica orizzontale, e del fatto che la vegetazione limita la visibilità a più di un incrocio”.

Questa è  la denuncia del gruppo consiliare del Pd alla Provincia di Ascoli. In particolare, è stato Paolo D’Erasmo a presentareun’interrogazione in tal senso lo scorso 24 maggio, cui è stata data una risposta durante l’assise di giovedì 20 giugno, ricalcando quelle che nel documento venivano ventilate come possibili soluzioni, come lo stanziamento del massimo di risorse possibile, o il ricorso a procedure di «somma urgenza». Oppure il coinvolgimento dei Comuni, anche mediante convenzioni e personale interno ad ognuno, almeno per quel che riguarda la vegetazione.

La sicurezza stradale non è semplice manutenzione-afferma D’Erasmo- si tratta invece di una priorità, per evitare incidenti, specie in questo periodo di traffico in aumento. Nei limiti delle difficoltà dei bilanci pubblici, si devono impegnare per questo obiettivo tutte le risorse disponibili».

E l’amministrazione provinciale per il consigliere, avrebbe preso un impegno nella direzione indicata dal consigliere del Pd.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 344 volte, 1 oggi)