OFFIDA –  Irrrompono in cinque, 2 maggiorenni e tre minori, in un appartamento di Offida, fermamente intenzionati a svaligiarlo, ma vengono letteralmente rapiti da un paio di bottiglie di pregiato brandy d’annata, collezionato dal proprietario dell’abitazione. Provano a rubarle, ma poi si accorgono di essere stati filmati da videocamere e le rimettono a posto, per poi dileguarsi, riorganizzarsi ed agire qualche giorno dopo con dei passamontagna.  Tornano nell’appartamento e alla fine riescono a rubare le due bottiglie del prezioso liquore, del valore di 2000 euro.

Un colpo davvero singolare messo a segno in due tempi in un appartamento di Offida, nella prima decade di giugno. A tradire i 5 ragazzi, però, è stato proprio il sistema di videosorveglianza di cui era dotato l’appartamento. E se durante la loro seconda incursione i ladri erano riusciti a sottrarre le due bottiglie di brandy, rendendosi irriconoscibili grazie a guanti e a dei passamontagna, nella prima erano entrati a volto scoperto e le videocamere avevano ripreso tutto.

Una distrazione che gli è costata cara, soprattutto perché i Carabinieri – in seguito alla denuncia del proprietario dell’appartamento, e delle due bottiglie del prezioso liquore -, oltre a visionare le immagini del giorno del furto, in cui i ladri erano del tutto irriconoscibili, decidono di dare un’occhiata anche a quelle di qualche giorno prima. Un’intuizione che, effettivamente, ha prodotto i suoi frutti, visto che qualche giorno prima i 5 topi d’appartamento erano entrati a volto scoperto.

La banda è stata, così, denunciata per furto aggravato, con le relative segnalazioni alle Procure di Ancona, per i tre minori, e a quella di Ascoli per i 2 maggiorenni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 552 volte, 1 oggi)